Tolomeo
CilentoCronacaIn Primo Piano

Inchiesta giudiziaria a San Mauro Cilento: amministratori e segretario tornano in libertà

L'indagine va avanti

Rimessi in libertà gli ammnistratori locali, il segretario comunale ed il titolare di un impresa per la gestione dei rifiuti, coinvolti nell’inchiesta della magistratura di Vallo della Lucania, che il 30 maggio scorso portò all’arresto di nove persone a San Mauro Cilento.

Oggi la decisione del giudice che per cessate esigenze cautelari, ha rimesso in libertà l’ex sindaco ed altri ex amministratori indagati, per tutti l’obbligo di dimora e la firma quotidiana presso la stazione carabinieri. Per l’imprenditore coinvolto nell’inchiesta è stato previsto anche l’allantonamento dai pubblici uffici per un anno.

Il tutto in attesa che si avvii la fase dibattimentale dove tutti gli indagati si dovranno difendere dalle accuse, a vario titolo, di corruzione, concussione ed abuso d’ufficio.

Coinvolti l’inchiesta il sindaco sindaco Carlo Pisacane, gli assessori Feranando Marrocco e Angelo Di Maria, due consiglieri comunali (Fabrizio Cusatis e Pasqualino Volpe), il segretario generale Claudio Auricchio, dei funzionari dell’ufficio tecnico e ragioneria (Franco Volpe e Angelo Cilento), l’amministratore di una ditta di trasporti operante nel settore rifiuti (Alfonso Palmieri).

Operazione dei carabinieri a San Mauro Cilento: arresti per amministratori e funzionari, tutti i dettagli

Tags

Ti potrebbero interessare