Cibo&Vino del Mediterraneo, appuntamento a Ceraso

L'iniziativa dal 2 al 3 giugno

Cosa si nasconde dietro un bicchiere di vino? Bevanda miracolosa sin dai tempi della Creazione, porta con sé il territorio, la tradizione, la storia, la filosofia, l’anima e la passione degli uomini intentdi a raccoglierne il frutto zuccherino. Ebbene, si potrà conoscere il suo mondo affascinante durante l’evento Cibo&Vino del Mediterraneo, che si terrà il 2 e il 3 giugno a Ceraso, nella splendida cornice di palazzo di Lorenzo.

La manifestazione, in collaborazione con FISAR (Federazione italiana, sommelier, albergatori, ristoratori), il Comune di Ceraso e l’associazione Cilento Terra mia, avrà per protagonisti i calici ed insieme ad essi degustazioni, assaggi, approfondimenti, enogastronomia, artigianato, opinioni attorno al vino. «Intendiamo, nei nostri incontri e degustazioni, sostenere la cultura del bere bene – spiega Augusto Notaroberto, appartenente alla Federazione italiana sommelier, nonché chef  ̶   date anche le antiche tradizioni vitivinicole. Una cultura, che seppure in evoluzione, desta ancora qualche incertezza nei nostri territori».

A partire dalle ore 18.00 di sabato 2, le cantine partecipanti  ̶  tra cui Albamarina, Carpineto, Cobellis, De Concilis, Case Bianche, Rotolo e tante altre ancora  ̶  esporranno i loro prodotti per degustazioni guidate. A seguire, la presentazione del libro ‘La genovese per la cipolla di Vatolla’. In serata, si darà il via ad un percorso parallelo Fiano Cilento – Fiano Avellino a cura del dr. Ag. Gerardo Perillo. Nella serata di Domenica 3, si procederà con un percorso di degustazione Formaggi a cura del prof. Roberto Rubino. Infine, degustazioni attraverso il percorso parallelo Aglianico Cilento – Aglianico del Vulture – Aglianico Irpinia, a cura del prof. Maurizio Paolillo. L’ingresso è gratuito e prevede, al costo di 7 euro, una tasca porta calice con quattro degustazioni di vini e food a scelta.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Anais Di Stefano

Anais Di Stefano è laureata in Lettere presso l’Università di Salerno. Attualmente è immersa negli studi filologici. Sin da piccola è stata attratta dalla carta stampata, l’inchiostro e il ticchettio della macchina da scrivere. Un messaggio ricevuto le ha dato il giusto coraggio per aprire un Blog e pubblicare le tante bozze scritte qua e là. Questi tasselli si sono uniti al suo amore per la conoscenza e per il vero. Tasselli di un puzzle che la incitano ad intraprendere una carriera giornalistica.