Terme Cappetta

Il castello di Rocca Cilento torna al suo antico splendore

Il racconto dei nuovi proprietari: la famiglia Sgueglia

LUSTRA. L’Antica Fortezza di Rocca Cilento è stata acquistata dalla famiglia Sgueglia, già proprietaria del rinomato Castello di Limatola, in provincia di Benevento e si prepara a tornare al suo antico splendore

Un “amore a prima vista” quello dei neo proprietari per il castello sito nel comune di Lustra: non lo conoscevano e tramite un architetto cilentano hanno accettato la proposta di visitarlo. “Appena entrati nel Castello ci è subito piaciuto, ci siamo sentiti accolti da questa struttura” dichiara Giuseppina Martone, moglie di Stefano Sgueglia “Sono rimasta colpita da un campo di margherite bellissimo e dalla vista su una delle Torri, da cui si poteva godere di un meraviglioso panorama che ci ha fatto innamorare”.

Così il castello di Rocca Cilento diventerà una struttura ricettiva come quella di Limatola, qui si svolgeranno eventi di vario genere come conferenze, congressi, feste private, matrimoni e quant’altro, ma soprattutto questo castello avrà un settore dedicato esclusivamente alla cultura in memoria del professore Moscati, che lo ha reso uno dei principali luoghi culturali del Cilento e del Mezzogiorno.

L’inaugurazione era prevista già da tempo, però i lavori sono andati a rilento a causa delle piogge della stagione invernale e a uno studio di design molto particolare per la divisione delle varie stanze da realizzare al suo interno. Tuttavia, con la stagione estiva alle porte, si punta ad accelerare le opere, con la speranza di aprire al pubblico fra un anno e mezzo circa.

Tante le differenze con il castello di Limatola: la location di Rocca Cilento è differente così come la sua ubicazione, evidenziano i proprietari, quindi anche la struttura degli eventi sarà diversa, ci saranno due sale per le cerimonie, una interna e una nel fossato molto grande, quest’ultimo infatti si presta anche a delle manifestazioni particolari come mostre d’arte e mercatini, inoltre saranno create delle camere per il pernottamento e delle fantastiche spa interne.

Il territorio cilentano trarrà molti vantaggi da questa ristrutturazione, evidenzia la famiglia Sgueglia, in primis l’economia del piccolo paese di Lustra e degli stessi paesi limitrofi; inoltre si acquisirà molta più visibilità a livello turistico migliorando l’antico borgo attraverso la realizzazione di progetti come quella del “borgo dei fiori”.
Ci sarà uno staff composto principalmente da residenti di Rocca Cilento e dei paesi circostanti, ma anche piccole aziende o negozi del luogo possono ricavare molteplici vantaggi al livello economico.

I problemi del Cilento, come quello della viabilità,, non preoccupano per niente i proprietari secondo cui “quando si ha intenzione di fare qualcosa di qualità, le persone arrivano, così come succede a Limatola che siamo in un posto non facile da raggiungere”.

Il loro desiderio è anche quello di vivere serenamente con i cittadini locali che, fin da subito, si sono dimostrati accoglienti ed ospitali: “Il Castello deve vivere insieme con la comunità, in modo da far apparire tutto in armonia tra colori e tra persone, le quali ci hanno ospitato e accolto in un modo eccezionale” dichiara Giuseppina Martone.

4 commenti

    1. Si tratta di un evidente refuso. É necessario sempre fare polemiche inutili. Un articolo molto interessante.

  1. Da cilentano “emigrato”, sono felice che un sito importante come il castello di rocca sia rivalutato. Creando un’attrazione per rocca e i paesi limitrofi. Come sempre però deve arrivare il privato (con tutta la stima per la famiglia Sgueglia) per capire il potenziale che
    le amministrazioni comunali hanno, ma che invece non sfruttano. Negando (per la loro incapacità di amministrare) di creare introiti e sviluppo per i residenti, svolgendo politica spicciola e antica..
    Svegliatevi…

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito