Tolomeo
AttualitàCilentoIn Primo Piano

A Capaccio Paestum un ambulatorio per la sterilizzazione dei randagi

Un modo per ridurre il randagismo

Per ridurre il fenomeno del randagismo, il Comune di Capaccio Paestum ha messo a disposizione dell’Asl un ambulatorio, in località Rettifilo, per la sterilizzazione dei randagi. Sono in corso i lavori di adeguamento e a breve i locali, che sorgono in un’area messa a disposizione a titolo gratuito dalla famiglia Palmieri, saranno consegnati al servizio veterinario.

In attesa di trovare una soluzione alternativa e meno onerosa, i cani randagi presenti sul territorio comunale vengono catturati e ricoverati presso la struttura convenzionata  “Le Ginestre” di Quindici. Nei mesi scorsi alcuni rappresentanti del Comune, hanno effettuato un sopralluogo in sinergia con polizia locale e medici veterinari dell’Asl, da cui non sono emerse anomalie sullo stato dei randagi ricoverati presso “Le Ginestre”.

In ogni caso, l’Ente sta proseguendo l’iter finalizzato al trasferimento dei randagi presso altre strutture più vicine, così da abbattere ulteriormente i costi di gestione e favorire un maggior numero di adozioni. Non a caso è stato precisato nella convenzione con l’attuale canile, “Le Ginestre” il diritto per l’Amministrazione comunale di recedere, in caso di articolazione del servizio, il servizio in qualsiasi momento.

Tags

Un commento

  1. la legge regionale, che recepisce una preesistente normativa nazionale e regionale, è del 2016. Ma viene sistematicamente inapplicata dai comuni che, quando come Capaccio Pestum, ne applicano in grave ritardo solo una parte infinitesimale, si affrettano a comunicarlo ai giornali.

Ti potrebbero interessare