Movida fracassona: controlli di Polizia Locale e Carabinieri a Capaccio Paestum

Elevate sanzioni per 5mila euro al titolare di un noto locale

Gli agenti della Polizia Locale di Capaccio Paestum, in sinergia con i carabinieri della locale stazione, hanno eseguito nella serata di ieri controlli mirati all’interno di alcuni locali della movida presenti sul territorio comunale.

Nello specifico, a seguito delle verifiche effettuate, sono state elevate sanzioni per circa 5mila euro nei confronti del titolare di un noto locale serale perché sono state riscontrate diverse violazioni, dalla mancata comunicazione dell’impatto acustico all’assenza di autorizzazione per l’intrattenimento musicale.

Tali controlli mirati continueranno anche nei prossimi week-end.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.

6 commenti

  1. Ma è normale che sti locali tirano avanti fino alle 5 del mattino? Con tutti sti ragazzini e ragazzine che bevono a tutta forza (senza cervello) e poi non si sa come ritornano a casa a patto che ci ritornano. Ma io controllo dove stanno? Deve finire sta storia che è estate e questi devono lavorare e causare casini ai giovani e alle loro famiglie. Chiusura alle 2 di notte più che valida.

  2. Qui ci vogliono controlli a tappeto,e chi non mette limiti all alcool gli devono mettere i sigilli.punto

  3. Stesso problema anche ad Agropoli!!!!
    Parcheggi selvaggi in via Dei Mille e sui marciapiedi di via Granatelle, musica a tutto volume sino alle 4.00 del mattino (con strafottenza dei gestori dei locali) e giovani, anche giovanissimi, ubriachi e su di giri.
    I controlli dove sono? Come mai l’amministrazione finge di non vedere? Che cosa fa la Polizia Municipale?
    Questo non è turismo!!!!

  4. Anche ad Agropoli durante la stagione estiva la cittadina passa in proprietà privata dei commercianti, bar, ristoranti, pizzerie che identificano le ferie come periodo dedicato alle baldorie,schiamazzi,baccano e non vogliono capire che una grossa parte degli abitanti le intendono invece come periodo di riposo,tranquillità e quiete dopo mesi di lavoro. Purtroppo dopo le 20 i Vigili Urbani staccano e nessuno, eccetto pochi Carabinieri che controllano un’area troppo vasta di territorio con una sola auto, può difenderci da chi se ne frega altamente degli altri mirando solo ad ottenere il maggior profitto a danno della salute di tanti cittadini. Come si può intervenire? Fissando regole più rigide e stangando chi non le rispetta, arrivando in caso di recidiva anche a revocare le licenze concesse. Ma questo è impopolare per l’Amministrazione e fa perdere loro voti.ecco perché si tende ad indulgere ed a non prendere provvedimenti. Non si pensa però che di questo passo molti turisti,specialmente quelli più anziani, si stuferanno di questo andazzo e sceglieranno altri siti più tranquilli ed allora che fine faranno i fracassoni e l’allegra brigata dei loro protettori?