Sapri, omicidio Antonietta Ciancio: domani l’autopsia

Per i legali di Gabriele Milito non si tratta di omicidio volontario

SAPRI. Sarà eseguita domani presso l’ospedale dell’Immacolata di Sapri (e non oggi come inizialmente previsto) l’autopsia sul corpo di Antonietta Ciancio, la donna uccisa dal marito Gabriele Milito con un colpo di arma da fuoco. A compiere l’esame il medico legale Adamo Maiese.

L’autopsia sarà fondamentale per sciogliere gli ultimi dubbi sul delitto. Insieme ad altre perizie permetterà di capire se vi sia stata o meno volontarietà. Secondo Gabriele Milito, infatti, il proiettile sarebbe partito accidentalmente.Gli inquirenti, invece, propendono per l’omicidio volontario vista la distanza ravvicinata dalla quale è partita la pallottola. Quest’ultima dopo aver oltrepassato il corpo  è finita contro la parete di fronte ad Antonietta, che dormiva sul lato destro del corpo.

Intanto Gabriele Milito è in carcere a Potenza. Per i legali l’uomo non aveva ragioni di sparare alla moglie, non vi era alcun movente, pertanto cercheranno di dimostrare la tesi dell’omicidio colposo. L’arma utilizzata dall’uomo era regolarmente stata denunciata insieme ad altri fucili utilizzati per andare a caccia.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.