Studio Di Muro
AttualitàCilento

Smaltimento amianto. Unione Comuni Alto Cilento avvia manifestazione d’interesse

Si punta a stipulare una convenzione triennale

TORCHIARA. Una manifestazione di interesse per l’attivazione di servizi per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto. E’ questa l’iniziativa dell’Unione dei Comuni Alto Cilento, con a capo il sindaco di Torchiara Massimo Farro (presidente).

“Nell’ottica volta alla salvaguardia ambientale e difesa della salute dei cittadini, rispetto ai rischi derivanti dalla presenza di amianto negli edifici e strutture – fanno sapere dall’Ente unionale – è intenzione dell’Amministrazione promuovere la bonifica ovvero la rimozione e lo smaltimento di materiali contenenti amianto (M.C.A.) presenti sui territori comunali dell’Unione Comuni Alto Cilento”.

Pertanto si punta a stipulare con la ditta che ha indicato i migliori prezzi per la rimozione e smaltimento dei manufatti contenenti amianto, una specifica convenzione nella quale saranno indicati i prezzi massimi da praticare a favore dei privati. Sarà comunque consentito alle altre imprese, aventi medesimi requisiti, di adeguarsi formalmente al prezzo convenzionato al fine di beneficiare dei vantaggi. La convenzione avrà durata triennale.

Il servizio offerto dovrà comprendere sopralluogo da parte di un tecnico di impresa abilitata per la bonifica dell’amianto o di materiali contenenti amianto in matrice compatta e redazione del preventivo per la rimozione e per lo smaltimento, entrambi a titolo gratuito; campionamento del materiale da bonificare ed esecuzione di analisi chimiche fisiche con rilascio di certificato di classificazione del rifiuto ai fini del corretto smaltimento, eseguito da laboratorio autorizzato ai sensi di legge; redazione e presentazione all’ASL di competenza, del Piano di Lavoro; trattamento del materiale con idoneo materiale incapsulante al fine di evitare il rilascio di fibre libere durante le fasi ri rimozione; rimozione dei Materiali; accatastamento ed imballaggio in area del cantiere opportunamente predisposta per il confezionamento con doppio tela in LDPE (Polietilene a bassa densità), sigillatura con nastro adesivo in PVC ed etichettatura con simbologia a norma di legge; trasporto dei Materiali Contenenti Amianto con mezzo autorizzato; smaltimento dei rifiuti; attività di tutela, controllo e monitoraggio del sito recuperato da realizzarsi secondo la normativa vigente.

Le domande dovranno essere presentate entro le ore 12 del 7 maggio prossimo.

Tags

Ti potrebbero interessare