Pegaso Agropoli
domenica, Settembre 19, 2021
HomeAttualità"Adotta un blocco delle mura di Paestum", in un anno 181 adozioni

“Adotta un blocco delle mura di Paestum”, in un anno 181 adozioni

Sono 181 i blocchi “adottati” per un totale di oltre 9000 euro di fondi raccolti. L’iniziativa “Adotta un blocco delle mura di Paestum”, partita a maggio del 2017 e nata per reperire fondi per la manutenzione della cinta muraria, compie un anno.

«È stato un grande successo perché è partita con i due tedeschi che vengono da molti anni nel Cilento ed è proseguita con l’adozione di blocchi sia da parte di persone del posto che di fuori» spiega Zuchtriegel. Due tedeschi di Amburgo, infatti, furono i primi ad essere catturati dalla bellezza di questo sito archeologico al punto da voler dare un contributo per la sua conservazione adottando 8 blocchi delle mura.

Ogni blocco può essere adottato per un anno con un contributo di 50 euro. «Ogni contributo è importante – precisa Zuchtriegel – sia che si tratti di un blocco che di più blocchi. L’adozione dà la possibilità di avere l’ingresso al museo e al sito archeologico. Chi adotta un blocco può sentirsi ospite ed entrare a far parte di una specie di comunità di persone che ci sostengono e che possono fruire del sito e capire cosa stanno proteggendo con il loro contributo. A Paestum abbiamo uno dei circuiti murari meglio conservati in Italia, un esempio delle fortificazioni del quarto secolo avanti Cristo e anche di periodi successivi. E fin dal ‘700 fa parte dell’immaginario di Paestum. Ma presenta criticità perché è lunga quasi cinque chilometri e mantenere tutto questo rappresenta una grande sfida. Per cui siamo grati a tutti coloro che ci aiutano in questa impresa, a coloro che decideranno di rinnovare la loro adozione e a quanti si aggiungeranno. Per questo spero che l’iniziativa prosegua con successo anche nel futuro, perché è importante per la tutela delle mura».

Oltre all’ingresso libero, l’adozione di uno o più blocchi comporta l’inserimento nella newsletter attraverso la quale si verrà sempre aggiornati sulla manutenzione e lo stato delle mura e, per chi lo desidera, l’inserimento del nome e l’indicazione del blocco adottato sul sito web del Parco Archeologico di Paestum. Inoltre, grazie all’iniziativa ministeriale Art Bonus, la donazione consente una detrazione fiscale pari al 65% della donazione stessa.

 

Paola Desiderio
Inizia a scrivere per quotidiani locali nel 1999. Nel 2002 fonda Paestum.it, il primo giornale on line del Cilento, che guida come direttore responsabile fino al 2010. Ha collaborato alla stesura di opuscoli e di guide turistiche ed enogastronomiche Si occupa di uffici stampa per enti pubblici ed eventi. Dal 2001 collabora con il quotidiano il Mattino, nel 2014 ha fondato il portale turistico InPaestum. E naturalmente collabora con Infocilento.

Membership