Terme Cappetta
AttualitàCilento

Autovelox scout speed ad Agropoli e Albanella: presentato un esposto in Procura

Chiesto il sequestro dell'apparecchiatura

Un esposto alla Procura della Repubblica di Salerno al fine di verificare se vi siano illegittimità nell’utilizzo dell’apparecchio scout speed utilizzato dai comuni di Agropoli, Albanella e San Cipriano Picentino. L’iniziativa è dell’avvocato Giuseppe Russo, a capo dell’associazione Noi Consumatori, entrata in possesso nei giorni scorsi, grazie al consigliere comunale di Agropoli Consolato Caccamo, di un documento interno al Comune di Albanella.

In quest’ultimo il luogotenente Luigi Guarracino, responsabile della polizia locale albanellese, confermerebbe l’illegalità dello strumento. I dubbi riguardano innanzitutto l’autovettura sulla quale è montata l’apparecchiatura: questa, infatti, è intestata a privati e sarebbe adibita ad uso privato. Ma vi sono anche altre criticità documentate dall’associazione: «sia l’autovettura sia l’apparecchiatura vengono utilizzate contemporaneamente da più Comuni» e ciò determinerebbe chiari illeciti penali. Infine sarebbero stati dei privati, ovvero il personale della società appaltatrice,ad accertare le violazioni, pur non essendo tale compito delegabile a terzi.

Per l’avvocato cilentano i comuni di Albanella, San Cipriano e Agropoli hanno infranto la legge utilizzando un mezzo privato «con il subdolo scopo di elevare oltre cinquemila contravvenzioni ad ignari automobilisti che, ovviamente, mai potevano pensare che una semplice autovettura privata potesse elevare loro multe per eccesso di velocità».

Di qui la richiesta di «accertare e valutare se nei fatti, atti e comportamenti siano rinvenibili fattispecie penalmente rilevanti»; al contempo si chiede un immediato sequestro in via preventiva del veicolo e dell’apparecchiatura su di esso installata.

Tags

2 commenti

  1. FOSSE A VOTA BONA C’A’ METTESSERO I MANETTE A COCCHERUNO CA SE STA’ FACENNO I SOLDI GOPPA A PELLE RE I POVERIELLI, SPERIAMO DI SI..

  2. Tutti i ricorsi per le multe comminate con lo Scout Speed ad Albanella sono stati accolti dalla Prefettura di Salerno che ha ravvisato già prima l’illegalità di tali tipo di controlli. Il problema è capire se i magistrati leggendo questo tipo di notizie si sentano in grado di aprire inchieste giudiziarie su tali abusi attuati dalle pubbliche amministrazioni comunali oppure se per fare ciò debbano essere sollecitati con apposite denunzie e esposti delle solerti associazioni dei consumatori! Chi controlla che i controllori facciano sempre il loro dovere?

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito