Nuova Elite
AttualitàVallo di Diano

Bagliore nei cieli del Diano e del Cilento: non era la stazione cinese Tiangong

Il pof. Bianco dell’ASI: “Era lo stadio orbitale di un razzo Sea Lunch” finito nel Mar Mediterraneo

Il bagliore avvistato nei cieli del Vallo di Diano, nella notte tra sabato e domenica scorsi, non é stato provocato dalla stazione spaziale cinese Tiangong e tantomeno da un UFO, ma “si è trattato del rientro di uno stadio orbitale di un razzo Sea Launch”. A spiegarlo è il prof. Giuseppe Bianco, dirigente dell’Agenzia Spaziale Italiana e direttore del Centro di Geodesia Spaziale di Matera. Abbiamo contattato il prof. Bianco che ha così fugato ogni dubbio sulla natura del bagliore. Lo stadio orbitale è una delle parti di un lanciatore, il mezzo che permette di lasciare in orbita uno o più satelliti. I frammenti sono caduti nell’area del Mar Mediterraneo compresa tra Sicilia a nord e Libia ed Egitto a sud, come si può vedere dall’immagine che ci ha inviato il direttore del Centro di Geodesia Spaziale di Matera.

Tags
Back to top button
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it