Cronaca

A “Chi l’ha visto” l’appello per risalire all’identità della donna trovata morta a Paestum

Divulgata l’immagine degli orecchini e particolari per riconoscerla

Un paio di orecchini a cerchio con una piccola pietra incastonata: i carabinieri sperano che qualcuno possa riconoscerli e aiutare a identificare la donna il cui corpo è stato rinvenuto giovedì scorso sulla spiaggia dell’oasi dunale a Torre di Mare.  Non aveva documenti, né un telefono cellulare. Niente che permettesse di risalire all’identità.  Da ieri l’immagine degli orecchini e le poche notizie a disposizione degli investigatori sono state pubblicate sul sito di “Chi l’ha visto?” con la speranza che qualcuno possa fornire informazioni utili. Alta circa 1,65, aveva capelli scuri di lunghezza media e carnagione chiara. L’età apparente oscilla tra i 25 e i 40 anni. Non sono stati rinvenuti sul corpo segni di violenza e ferite, cosa che esclude la morte violenta. Il medico legale ha ritenuto che non fosse rimasta in acqua più di 72 ore. Indosso aveva un giubbino nero in materiale sintetico senza marca, con fodera interna strappata all’altezza delle spalle, una maglietta a fantasia a maniche lunghe e a girocollo taglia “M”, un paio di fuseaux elasticizzati taglia “L” color rosso vinaccio di marca “Piazza Italia”, stivaletti neri bassi numero 39 con cerniera laterale, un paio di calzini a gambaletto neri, reggiseno e slip neri senza marca.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Paola Desiderio

Inizia a scrivere per quotidiani locali nel 1999. Nel 2002 fonda Paestum.it, il primo giornale on line del Cilento, che guida come direttore responsabile fino al 2010. Ha collaborato alla stesura di opuscoli e di guide turistiche ed enogastronomiche Si occupa di uffici stampa per enti pubblici ed eventi. Dal 2001 collabora con il quotidiano il Mattino, nel 2014 ha fondato il portale turistico InPaestum. E naturalmente collabora con Infocilento.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it