Camerota: un logo e un nome per il Museo – Interattivo

L’Assessore alla Cultura lancia un concorso indirizzato agli studenti di tutto il Cilento

blank

Un concorso per mettere in gioco fantasia, creatività e intuizione: questa la proposta elaborata dall’Assessore alla Cultura, Teresa Esposito, per la realizzazione di un logo/ marchio e l’individuazione del nome che accompagnino la vita del futuro museo virtuale – interattivo delle due grotte presenti a Marina di Camerota.

Il progetto vuole coinvolgere, in maniera diretta, i giovani, spesso restii a mettere in gioco e sfruttare al meglio le loro capacità elaborative e creative: per questa ragione, il concorso sarà rivolto esclusivamente agli studenti, in particolare a quelli delle scuole secondarie di primo e secondo grado di tutti i Comuni del Cilento. Fra gli obiettivi perseguiti da un’iniziativa così importante, fondamentale sarà la crescita personale e culturale: i candidati, infatti, avranno la possibilità di apprendere un’importante lezione sull’ambiente e sul valore naturalistico delle grotte marine di Marina di Camerota, e, ripercorrendo la storia mitologica del territorio, si evidenzierà la capacità di attrazione turistica e culturale garantita dal nuovo museo.

Il Museo Virtuale – Interattivo dedicato al patrimonio delle grotte marino/ costiere del Mediterraneo, nasce dall’esigenza di realizzare un approccio integrato alla gestione e alla fruizione sostenibile degli ecosistemi e del patrimonio marino – in un paese dalla straordinaria complessità culturale come l’Italia. « Puntare sulla valorizzazione dei beni culturali e ambientali per per aumentare l’ attrattività del litorale» afferma il sindaco, Mario Scarpitta, «è un’opportunità per garantire occupazione e turismo,e va colta al meglio.»

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Antonella Capozzoli

Si laurea nel 2013 in Lettere Moderne e nel 2016 consegue la specialistica in Filologia Moderna col massimo dei voti. Collabora all'organizzazione del Convegno Internazionale Boccaccio Angioino ( 2013) presso l'Università degli studi di Salerno. Pubblica il saggio " Il Decameron, la Fortuna e i mercatanti della seconda giornata" sulla rivista semestrale di letteratura e cultura varia " Misure critiche" ( 2014).

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it