Caggiano, contributi per Comuni in zone sismiche: chiesti fondi per sei progetti

Previsti interventi per 12,3 milioni di euro

CAGGIANO. La giunta comunale ha approvato lo studio di fattibilità per una serie di interventi da candidare a finanziamento del Ministero dell’Interno. Quest’ultimo ha previsto dei contribuiti erariali per i comuni compresi nelle zone a rischio simico 1 a copertura delle spese di progettazione definitiva ed esecutiva relativi ad interventi di opere pubblica.

Caggiano, che rientra appunto nelle zone a rischio sismico 1, ha individuato ben sei progetti per i quali richiede fondi per la progettazione. Si tratta dei lavori di restauro e messa in sicurezza sismica di Palazzo Colonna, ex sede del municipio (203mila euro), del recupero e messa in sicurezza sismica della cinta muraria medievale (138mila euro), del recupero e adeguamento sismico del ponte di località Massavetere (134mila euro), dei lavori di recupero e adeguamento sismico del ponte di località Calabri (126mila euro), del recupero e adeguamento adeguamento sismico del ponte di località Cangito (134 mila euro), del recupero e adeguamento della Chiesa e dell’area circostante Santa Maria dei Greci (158mila euro).

I sei interventi, per essere realizzati, prevedono una spesa complessiva di circa 12,3 milioni di euro.

CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Sostieni l'informazione indipendente