Majestic
AlburniCilentoPoliticaVallo di Diano

Elezioni2018: i sindaci del collegio Agropoli della Camera si schierano con Alfieri

C’è chi sosterrà il centro destra ma gran parte degli amministratori ha manifestato sostegno al candidato Dem

Gli amministratori dell’area del Cilento sono pronti a schierarsi con il Partito Democratico o meglio con Franco Alfieri. È quanto sta emergendo in queste prime settimane di campagna elettorale.

Alfieri, candidato dei Dem al collegio uninominale di Agropoli della Camera dei Deputati, ha già incassato l’endorsement di diversi amministratori locali, alcuni dei quali insospettabili alla vigilia. È il caso di Antonio Aloia, primo cittadino di Vallo della Lucania, da sempre nella fila dei demitiani, che ha indicato l’ex capostaff di De Luca come il “candidato del Cilento”. Diversi amministratori dell’area hanno manifestato la propria vicinanza all’ex sindaco di Agropoli.

È il caso di Gennaro Maione di Ceraso, Vincenzo Speranza di Laurito, Carmelo Stanziola di Centola. Anche 17 dei 18 sindaci della Comunità Montana Alento Monte Stella (compreso il sindaco di Ogliastro Cilento Michele Apolito, di solito controcorrente) martedì scorso hanno annunciato il sostegno per Alfieri. Manca Castellabate che ha candidato con il centrodestra il sindaco Spinelli e il vice Maiuri. Dunque pieno sostegno alla candidata di Fi Marzia Ferraioli. Quest’ ultima avrà l’appoggio anche degli amministratori di Vibonati e Santa Marina ieri assenti all’incontro con Alfieri a Sapri.

Poco male perché l’ex sindaco agropolese ha comunque incassato il sostegno di gran parte degli amministratori del Golfo di Policastro. I piccoli comuni degli Alburni saranno divisi: Brenca (Aquara) e Palmieri (Roscigno) saranno con il centrodestra. Quest’ultimo, in particolare, non ha mai nascosto il suo dissenso alla politica del candidato Dem. Nel Vallo di Diano, infine, Alfieri potrà contare sull’appoggio del presidente del Parco e sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino e di molti altri amministratori locali. Divisa Sala Consilina che ha in lista (con Liberi e Uguali) anche il vicesindaco Giordano.

Il Movimento 5 Stelle, invece, resta un’incognita. Alla fine, però, saranno i circa 220mila elettori del territorio a decidere.

Continua dopo la pubblicità
Tags
Continua dopo la pubblicità
blank

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista in alcune televisioni locali.

6 commenti

  1. Si devono solo vergognare.questi.amministratori di ,4,soldi che sostengono alfieri dopo i danni causati sia livello a livello provinciale vedi. Le strade fantasma i debiti al comune.di Agropoli nonche la chiusura dell.ospedale di Agropoli

  2. ma chiedo al giornalista, ma i sindaci sono quelli che votano per conto dei loro elettori? Non pensa che la gente è incazzata e certamente non segue in modo diretto i sindaci. i sondaggi parlano per il pd di un solo collegio in campania. potrebbe e non potrebbe essere questo di alfieri, che è forte ma potrebbe raccogliere tanta reazione. per me vince la ragazza dei 5 stelle.

  3. ma chiedo al giornalista, ma i sindaci sono quelli che votano per conto dei loro elettori? Non pensa che la gente è incazzata e certamente non segue in modo diretto i sindaci. i sondaggi parlano per il pd di un solo collegio in campania. potrebbe e non potrebbe essere questo di alfieri, che è forte ma potrebbe raccogliere tanta reazione. per me vince la ragazza dei 5 stelle.

  4. il presidente del Parco era alla marcia per Angelo Vassallo. Con che faccia sostiene Alfieri? Molto ma molto discutibile la sua posizione.

  5. Votiamo in massa, la candidata di origine cilentana del M5S. La puzza ” delle fritture di pesce” provoca disgusto…..
    Sono sicuro che il M5S avra’ un grande successo, Perche’? la maggioranza degli Italiani non sono dei “Rincoglioniti”.

Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it