Torre Orsaia, campagna del Comune contro la combustione di materiali plastici

Provvedimento preso dopo i numerosi fenomeni di combustione registrati

TORRE ORSAIA. Il sindaco Pietro Vicino interviene per far fronte ad un problema che sta interessando il territorio comunale negli ultimi tempi, ovvero la combustione diffusa di materiale plastico. Il primo cittadino ha fatto affiggere un manifesto per le strade cittadine al fine di avviare una campagna di salvaguardia contro questo fenomeno che avviene sia all’interno che all’esterno delle case.

“E’ importante ricordare – scrive Vicino – come la combustione della plastica produce inquinanti altamente tossici come, ad esempio, le diossine. Bruciare plastica nel camino o nella stufa è un atto sconsiderato: i primi a subire danni al proprio corpo sono proprio quelli che la bruciano”.

Il sindaco ha poi ricordato le disposizioni di legge che vietano la pratica della combustione di rifiuti o plastiche e precisato di aver allertato la polizia municipale “per intervenire tempestivamente quando si presentano o vengono segnalati fenomeni di combustione”. “Vi chiediamo di supportare il nostro lavoro di prevenzione – prosegue Vicino – segnalando in tempo reale situazioni di combustioni di materiale plastico alla polizia locale (0974985336)”.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista in alcune televisioni locali.

Un commento

  1. Era ora speriamo che tutti i sindaci del parco facciano altrettanto. Temo che da come sono “impegnati” in tante altre cose non ultimo le elezioni politiche della salute della gente non gliene può fregar di meno. E poi ci si meraviglia che nel parco si muore di tumore.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it