Prignano Cilento, giunta illegittima: non rispetta le quote rosa

Decisione arriva dal Tar

Il Sindaco del Comune di Prignano Cilento, Giovanni Cantalupo, non ha rispettato le quote rosa nella composizione della Giunta. Su ricorso del consigliere comunale Antonella Cataneo, già Sindaco del Comune cilentano, rappresentata e difesa dall’avvocato Marcello Feola, con sentenza n. 1746/2017, il Tar di Salerno ha affermato l’illegittimità della composizione dell’esecutivo, in quanto comprendente solo componenti uomini (monogenere).

Il Tar di Salerno è pervenuto a tale decisione sul presupposto che la legislazione di settore obbliga al rispetto delle quote di genere anche i piccoli Comuni.

Attualmente a comporre la giunta sono Rino Rizzo (deleghe ad urbanistica e lavori pubblici) e Nicola Galzerano (servizi sociali).
Quello delle quote rosa è un problema che ha interessato diversi comuni. Casi recenti quelli di Centola (il Tar in questo caso ha rinviato la discussione) e Castel San Lorenzo; in quest’ultimo caso il primo cittadino Giuseppe Scorza ha dichiarato che nessuna donna interpellata era disposta ad entrare in giunta.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

2 commenti

  1. Il sindaco di Castel San Lorenzo, che non ha trovato donne disponibili, ha interpellato solo 9 (nove) donne. Amiche e perdenti delle amiche!

  2. Non ho mai letto una richiesta di manifestazione di interesse rivolta a donne interessate a ricoprire la carica di Assessore.