Gold Metal Fusion
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Stanziamenti da altri enti, nel Cilento è Magliano Vetere quello che ha ricevuto di più

Ad Agropoli circa 3 euro pro capite

I comuni ricevono entrate da diversi enti. I principali sono lo stato e la regione di appartenenza, ma anche l’Unione europea e altre organizzazioni pubbliche hanno un ruolo nel determinare le entrate municipali. Vediamo quanto valgono questi incassi per i bilanci delle città maggiori.

Nella composizione del bilancio corrente, come abbiamo già analizzato in precedenza, non compaiono solo entrate proprie del comune, come le imposte e tasse locali. I comuni possono ricevere, a vario titolo, anche entrate e trasferimenti da parte di altri enti: in primo luogo lo stato e le regioni.

Oltre a questi, anche altre istituzioni e organizzazioni pubbliche possono contribuire alle casse municipali per finanziare progetti, manifestazioni e altre attività. Tra queste, in particolare, figurano:

l’Unione europea (o altre organizzazioni internazionali);
altri enti territoriali del nostro paese (come province, unioni di comuni, città metropolitane e anche altri comuni)
altri enti pubblici (ad esempio l’Inps).
I contributi e i finanziamenti ricevuti da queste organizzazioni sono contabilizzati in due voci di bilancio distinte. Nella categoria 4 delle entrate derivanti da trasferimenti correnti, denominata “contributi e trasferimenti da parte di organismi comunitari e internazionali” sono inseriti tutti i finanziamenti che il comune riceve, a vario titolo, dall’Unione europea e da altri enti internazionali. Questi fondi vengono stanziati per la realizzazione di specifici progetti, eventi o manifestazioni. Nella categoria 5 compaiono tutte le somme di denaro che il comune riceve da altri enti del settore pubblico italiano (territoriali e non).

Si tratta di entrate generalmente residuali rispetto a quelle ricevute dallo stato o dalla regione di appartenenza, ma comunque può essere interessante capire quanto valgono rispetto al bilancio di un ente locale, in particolare le città maggiori.

Nel Cilento (considerando gli ultimi rilevanti del 2014) è Magliano Vetere il comune con un maggior trasferimenti da altri enti in proporzione agli abitanti: 196 euro pro capite. Perito è quinto con 147,21, Castelcivita sesto con 145.

Nella top 30 anche Pertosa (10°, 115 euro), Sanza (17°, 77 euro), Petina (22° 65 euro), Orria (23°, 61 euro), Caggiano (26°, 58 euro).
Tra i grandi comuni Sala Consilina è 26° con 11,02 euro pro capite, Sapri è 175° con 4,59 euro pro capite, Agropoli, con 3,36 euro, si posizione 196° in Campania.

Tags

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito