Cilento: poche piogge, è allarme serpenti

Numerosi i casi di rettili infiltratisi nelle abitazioni

La scarsità di piogge non porta con sè soltanto disagi di natura idrica. Negli ultimi giorni sono stati diversi i serpenti avvistati nelle case e negli esercizi commerciali di tutto il territorio del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. A Sassano e a Padula due persone sono state morse da vipere.

Le ditte specializzate in disinfestazioni fanno sapere che questa estate sarà una vera e propria emergenza dal momento che i serpenti, in cerca di acqua, si spingeranno nei pressi di abitazioni e luoghi pubblici. E’ richiesta, per tanto,  la massima attenzione. Un altro inconveniente, dunque, dovuto alla mancanza di pioggia.

Molti agricoltori del territorio sono preoccupati per l’esito dei raccolti estivi che – in molti casi – sembra essere già seriamente compromesso. E’ da troppo tempo che non piove; a Casal Velino, per esempio, gli ultimi giorni consecutivi di pioggia sono stati il 31 gennaio, 1 e 2 febbraio.

Consac, intanto, ha annunciato che nei prossimi mesi si procederà a una drastica riduzione degli sprechi di acqua con erogazioni limitate e organizzate in turnazioni.

CONTINUA A LEGGERE

Antonella Agresti

Laureata in lingue nel 2012, è da sempre appassionata di giornalismo. Nel 2013 frequenta un master per addetto stampa e nell'anno successivo inizia la collaborazione con il quotidiano regionale Metropolis. Dal 2014 è nella redazione di InfoCilento e conduce programmi radio sull'emittente del portale.

Sostieni l'informazione indipendente