Maltempo d’aprile, danni ai vigneti negli Alburni

Intere coltivazioni distrutte dal freddo

CASTELCIVITA. Le temperature al di sotto della media delle scorse settimane, unite ai venti freddi, hanno determinato effetti dannosi sulle viti nella delicata fase fenologica del germogliamento. Non è la prima volta che il mese di aprile riserva all’agricoltura questi scherzi. Accadde anche in passato con notevoli danni alla produzione. A partire dalla sera di Pasqua, il freddo, anche in questo 2017, ha messo in crisi i viticoltori.

La situazione peggiore si registra al nord dove il vento di tramontana ha determinato temperature sotto lo zero con danni stimati tra il 60% e l’80%. Ma il freddo non ha risparmiato anche il sud. In Campania, dove lo scorso anno una gelata di aprile interessò l’Irpinia, i problemi sono stati segnalati ai vigneti nel beneventano e nell’avellinese. Nel comprensorio del Parco, invece, è stata l’area degli Alburni a soffrire di più per l’improvvisa e intensa ondata di freddo.

Interi vigneti sono stati letteralmente distrutti dal freddo e c’è già chi si appella ai comuni affinché venga chiesto lo stato di calamità naturale. Secondo la Coldiretti tutta l’agricoltura nel suo insieme ha subito danni da questo maltempo anomalo per circa cento milioni di euro.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Katiuscia Stio

Laureata in Filosofia. Inizia l'attività giornalistica nel 1999 collaborando con vari giornali locali, mensili, web e realizzando servizi per una rubrica in onda su Telecolore. E' stata socia di associazioni culturali per la promozione e valorizzazione del territorio di cui ha curato la comunicazione e l'organizzazione e animatrice di gruppi di azione locale. Nel tempo ha collaborato con i quotidiani Cronache, La Città, attualmente è corrispondente de Il Mattino. Dal 2014 entra a far parte della famiglia di Info Cilento.