Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Ciccimmaretati - Stio
Hard and Soft House
Scuola Nuova
Attualità

Agropoli: interdetta un’ala della scuola “Gino Landolfi”

Agropoli: interdetta un’ala della scuola “Gino Landolfi”

Mancano vie di fuga, l’Asl chiude i locali

Agropoli: interdetta un’ala della scuola “Gino Landolfi”

Mancano vie di fuga, l’Asl chiude i locali

AGROPOLI. La scuola elementare “Gino Landolfi” sarà parzialmente inagibile. Il provvedimento riguarda i locali dell’ala lato Municipio dell’edificio scolastico ed è scattato in seguito all’ispezione dell’Asl Salerno – Servizio prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro”.

Dalla circolare inviata al personale dell’istituto e ai genitori degli alunni dal dirigente scolastico, Anna Vassallo, emerge che alla base del provvedimento vi sarebbe l’assenza di vie di fuga in caso di emergenza. Queste ultime, infatti, risultano occupate dal cantiere che ormai da circa un anno è in corso per l’ampliamento della scuola che porterà alla costruzione di una nuova ala.

Nei mesi scorsi erano stati i consiglieri di minoranza Emilio Malandrino, Vito Rizzo ed Agostino Abate, a segnalare più volte il rischio di pericoli per i piccoli studenti della scuola primaria che, in caso di emergenza, non avrebbero avuto un luogo di raccolta sicuro e una via di fuga. Di qui la richiesta al comune e alle autorità competenti di verificare che fossero rispettati i requisiti di sicurezza.

Non erano mancate, però, anche altre critiche e richieste di verifiche sull’istituto scolastico. Gli attivisti 5 Stelle, infatti, più volte avevano evidenziato lesioni all’esterno dell’edificio scolastico, forse causate dai lavori di ampliamento dell’istituto. Non è comunque questa, almeno ufficialmente, la causa della chiusura dell’ala della “Landolfi”. Il provvedimento, che sarà valido fino al termine dell’anno scolastico, priverà gli alunni delle aule e dei laboratori informatico-multimediale, didattico, musicale, matematico scientifico, artistico-espressivo e della biblioteca.

Commenti

Clicca qui per commentare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri contenuti

Top