Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Ciccimmaretati - Stio
Hard and Soft House
Scuola Nuova
In Primo Piano

Serie A2: Al PalaBianchini inizia per il Basket Agropoli il rush finale

Serie A2: Al PalaBianchini inizia per il Basket Agropoli il rush finale

I delfini proveranno domenica 19 ad espugnare il difficile parquet di Latina

I delfini proveranno domenica 19 ad espugnare il difficile parquet di Latina

Il Basket Agropoli, dopo l’importante vittoria contro Siena che ha interrotto finalmente la lunga serie di sconfitte consecutive, si appresta ad affrontare il rush finale per la corsa per evitare quanto meno la retrocessione diretta. Due trasferte in terra laziale consecutive per i delfini che se la vedranno prima con Latina e poi con Rieti. Domenica 19, sfida ai nerazzurri di coach Gramenzi.

Una gara non semplice in quanto parliamo di una squadra in netta ascesa nelle ultime partite, grazie ai 28 punti in classifica (14 vittorie) ed al quarto posto, capace di espugnare un parquet estremamente ostico come quello di Trapani. Un roster dotato di ottima caratura con due americani piuttosto tecnici e rapidi come Kieron De Shields (playguardia) ed Arledge, e con ottimi tiratori da 3 come Rullo, che fece molto male nella gara d’andata al Basket Agropoli, il quale tuttavia non ci sarà nel match del Pala Bianchini (fuori da 2 mesi). Nutrito anche il gruppo tecnico degli italiani, con Pastore, giocatore estremamente grintoso e soprattutto Mitch Poletti, nel miglior quintetto del mese di febbraio secondo la LNP, ancora alla prese con i postumi di un infortunio alla mano. Il Basket Agropoli però, sa bene che una vittoria non può bastare, ed occorre quanto meno, provare a dare un minimo di continuità ai risultati. Bisogna vendere cara la pelle in queste sei finali, questo il pensiero anche di coach Finelli: “Abbiamo terminato la terza settimana di lavoro con il nuovo roster a disposizione. Tutti i ragazzi si allenano con grande abnegazione e senso di responsabilità. La qualità del gioco espressa contro Siena, in difesa e in attacco, e la conseguente vittoria ci hanno dato una grossa iniezione di energia, fiducia ed entusiasmo. Ora ci aspetta una trasferta importantissima sul parquet di Latina, una delle rivelazioni di questo campionato con il suo quarto posto attuale e per di più reduci da una grande vittoria a Trapani seppure priva di gente come Poletti e Rullo. In casa, poi, giocano con ritmi altissimi grazie allo stile di gioco voluto da Gramenzi e dall’atletismo dei giocatori che ha a disposizione. Inoltre, sono molto versatili con Poletti e Arledge in grado di aprire il campo con il tiro da tre punti. Per poter competere fuori casa contro questa squadra e giocare punto a punto, la prima cosa fondamentale sarà giocare una gara lucida ed efficace in attacco, riducendo le palle perse, e poi avere una grande capacità di rientrare subito in difesa per togliergli il contropiede, facendo un ottimo lavoro di squadra a rimbalzo. Noi ci crediamo, siamo tutti molto determinati a vendere cara la pelle, sentiamo la fiducia della società e di tutto l’ambiente, per cui siamo pronti a combattere su tutti i palloni, ogni minuto e ogni partita”. All’andata i delfini vinsero grazie ad un canestro nel finale di Riccardo Santolamazza, l’ex di turno: ”“La vittoria contro Siena è stato importantissima perché ha interrotto la striscia di dodici sconfitte consecutive e ci ha ridato serenità e fiducia per affrontare questa parte finale di stagione. Andremo a Latina con la giusta determinazione, cercando di dare continuità al risultato di domenica scorsa. Di fronte, affrontiamo un’ottima squadra, protagonista di una grande stagione e dovremo essere bravi e concentrati a non farci sorprendere soprattutto dal loro atletismo poiché soprattutto in casa giocano con ritmi molto elevati. Dovremo, quindi, essere bravi a limitarli e allo stesso tempo lucidi ed efficaci sotto il loro canestro. Per me, inoltre, sarà un’emozione particolare tornare lì perché ho vissuto tre anni molto belli e ho avuto la possibilità di crescere tanto. Rivedrò con molto piacere Uglietti e Pastore, under quando c’ero io e oggi colonne portanti di questa squadra. Al di là di ciò, però, noi abbiamo un bisogno incredibile di fare punti e faremo di tutto per riuscire ad ottenerli”.

Gli arbitri della partita di domenica 19 marzo sono Perciavalle di Torino, Caruso di Pavia e Nuara di Selvazzano Dentro (PD). Palla a due alle ore 18.

Clicca qui per commentare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri contenuti

Top