L'imperatore bambino a San Mauro Cilento - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Homepage

L’imperatore bambino a San Mauro Cilento

imperatorebambino1

La storia del piccolo Rogero

L’imperatore bambino a San Mauro Cilento

La storia del piccolo Rogero

“Basileus Basileon, Basileuon Basileuonton”: Re dei re, Regnanti fra i Regnanti, ai Paleologi, ultima dinastia dei principi di Bisanzio, qui nel Cilento toccò una sorte singolare dimenticata forse dai più ma degna dei libri di storia e di questo racconto. Figlio del despota Tommaso, costui fratello di Costantino XI, ultimo monarca di un Impero ormai in disfacimento, il piccolo Rogero, appena undicenne, il cui destino da imperatore non vide mai compimento, finì infatti a San Mauro Cilento come ostaggio del Re di Napoli Alfonso V a garanzia di un trattato che gli assegnava alcuni possedimenti. Carne viva ed innocente in cambio d’un pezzo di terra, vittima da sacrificare all’altare degli accordi, il suo lascito è tutto in un coro ligneo commissionato per la chiesa che parla il linguaggio antico delle genti che nel 1400 furono baluardo della Cristianità d’Oriente in Occidente. Numerose furono infatti le famiglie di nobili bizantini che raggiunsero Rogero a San Mauro alla caduta di Costantinopoli nel 1453, ne assicurarono la memoria e protessero la discendenza fino alla fine del XVI secolo, secoli dopo la sua scomparsa nel 1488. Il museo che testimonia queste presenze si chiama, non a caso, Eleousa termine greco che sta per Madre di Dio della Misericordia, ed ospita ad oggi vari reperti artistico-religiosi di matrice bizantina, tra cui l’icona della Theotokos Eleousa (la Madonna misericordiosa) che celebra la tenerezza e l’intimità affettuosa tra la madre ed il figlio cui la popolazione è devota.

Top
Ti suggeriamo di leggere Homepage, Turismo
museo-del-giocattolo-montano-antilia
Cilento: il museo del giocattolo al centro di un progetto Erasmus

castagne
Allarme cinipide, M5S: occorre fare presto

alfiericoldiretticampania
Forestazione: in arrivo 196 milioni di euro

Chiudi