Allarme cinghiali: “territorio vittima di una povertà di idee, di slancio e di capacità delle istituzioni”

Danni ingenti sul territorio a causa degli ungulati: il sindaco deve e può agire

CASTELLABATE. Il sindaco può agire per risolvere il problema cinghiali sul territorio. E’ questo in sintesi il pensiero del consigliere di minoranza Luigi Maurano che torna a parlare dell’emergenza cinghiali sul territori. Lo spunto arriva proprio dal primo cittadino Costabile Spinelli che attraverso i social ha reso pubblica una sua risposta all’interrogazione del consigliere di minoranza proprio relativa all’emergenza ungulati. Nel documento il sindaco aveva precisato che il problema è di competenza di Provincia, Regione e Parco, enti che hanno già previsto interventi. La replica di Maurano non è tardata ad arrivare: “vuole lavarsene le mani cercando di scaricare le responsabilità dello stallo sia sul Parco che sulla Regione”. “Però – aggiunge il consigliere comunale – forse il Sindaco non sa che è il primo responsabile di qualsiasi evento interessi il territorio comunale e che quindi può adottare tutti i provvedimenti necessari per risolvere il problema. Deve e può agire… se poi non ha la capacità o l’interesse per farlo è un altro discorso”.

I problemi sul territorio intanto aumentano: “mentre lui pubblica la risposta all’interrogazione – evidenzia Maurano – un contadino sta riparando un muro distrutto dai cinghiali, un imprenditore agricolo è in grave difficoltà perché impossibilitato a coltivare il proprio terreno visto che gli ungulati distruggono tutto il raccolto, un automobilista rischia un incidente ogni secondo per l’attraversamento improvviso di questi animali”. “Il settore agricolo – aggiunge – che dovrebbe essere uno dei cardini dello sviluppo economico del nostro territorio, è stato assassinato dalla noncuranza e sciatteria senza precedenti di questi amministratori”.
“Castellabate e il Cilento, mai come ora – conclude – Maurano – sono vittime di una povertà di idee, di slancio e di capacità da parte delle Istituzioni. Tale mancanza non può trovare giustificazione in uno “scaricabarile” o in un “poi vediamo”, perché mentre loro fanno il gioco della sedia il territorio muore.”

Il problema cinghiali nel comprensorio è particolarmente avvertito. Lo scorso anno a Castellabate fu anche avviata una raccolta firme per chiedere immediati interventi risolutori del fenomeno.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Luisa Monaco

Appassionata di fotografia, studia all'accademia delle arti. Ama scrivere e disegnare, segue la politica e la cronaca del suo territorio.