Guerra del grano: Coldiretti Salerno alla festa della trebbiatura di Roccadaspide

“Sarà un’occasione di incontro e di racconto tra generazioni diverse – spiega il direttore di Coldiretti Salerno, Enzo Tropiano – un modo per far rivivere antiche tradizioni ma al contempo per ascoltare le testimonianze di tanti imprenditori cerealicoli che oggi sono alla prese con la forte crisi del settore”

 

La guerra del grano, contro la speculazione che ha fatto crollare i prezzi, arriva anche in provincia di Salerno. Il presidente di Coldiretti Salerno, Vittorio Sangiorgio, e il direttore Enzo Tropiano saranno venerdi 29 luglio a Roccadaspide, in località Carretiello, per la festa della trebbiatura e del grano, con gli elementi più significativi della filiera cerealicola, dal campo alla tavola. Una iniziativa che unirà le tradizioni di un tempo alla protesta attuale e che vedrà la partecipazione di centinaia di imprenditori agricoli. “Sarà un’occasione di incontro e di racconto tra generazioni diverse – spiega il direttore di Coldiretti Salerno, Enzo Tropiano – un modo per far rivivere antiche tradizioni ma al contempo per ascoltare le testimonianze di tanti imprenditori cerealicoli che oggi sono alla prese con la forte crisi del settore”. “Le quotazioni basse del grano e i costi elevati – continua Tropiano – hanno messo in ginocchio il comparto. Il rischio è che molti agricoltori scelgano di non seminare, con la scomparsa di coltivazioni di grano nostrane e del depauperamento delle aree interne”. La Coldiretti Salerno ribadirà così il suo “no” ad un fenomeno speculativo che avvantaggia le importazioni da paesi terzi mettendo in ginocchio il vero Made in Italy.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.