Aumentano le indennità di carica, diminuiscono i fondi per i servizi: è polemica

Nel bilancio previsionale di Vibonati aumentano le indennità di carica e diminuiscono i fondi per alcuni servizi, scoppia la polemica.


VIBONATI. Polemiche a margine del consiglio comunale per l’approvazione del Bilancio di Previsione 2016. Il gruppo consiliare “Vivi il tuo paese”, infatti, aveva proposto alcune modifiche allo schema di bilancio con l’obiettivo di incrementare le risorse destinate alle politiche sociali, alla refezione scolastica e chiedendo che venisse creato un nuovo capitolo destinato alle attività commerciali del comune. Nel dettaglio l’emendamento presentato dai consiglieri comunali Manuel Borrelli, Gaetano Capano e Gerardo Di Giacomo puntava a lasciare invariata l’indennità di carica degli amministratori comunali (passata da circa 21mila euro a 35mila); che aumentassero i finanziamenti per la refezione scolastica (dai circa 15mila previsti ai 17mila già stanziati nel 2015) e per il piano di zona (diminuiti di quasi seimila euro rispetto al passato). Infine la minoranza di “Vivi il tuo paese” aveva proposto la creazione un altro capitolo di bilancio per incentivare le nuove attività commerciali e quelle già esistenti.

L’emendamento, però, è stato respinto con 9 voti contrari e sul caso non sono aumentate le polemiche.

“In questo momento storico – hanno evidenziato i consiglieri Borrelli, Capano e Di Giacomo – viene chiesto alla politica di ridurre i costi ad essa riconducibili ed in particolare i costi dei compensi e delle indennità di carica agli amministratori. Pertanto, per far fronte alle diverse e numerose esigenze della collettività, era indispensabile lasciare inalterate le indennità di carica percepite dagli amministratori negli ultimi 10 anni”