Centrale a biomasse: chiesto maxi risarcimento al comune - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

Centrale a biomasse: chiesto maxi risarcimento al comune

Centrale a biomasse: chiesto maxi risarcimento al comune

La Biocogein chiede otto milioni di euro al comune di Capaccio

Maxi richiesta di risarcimento al comune di Capaccio. La Biocogein vuole 8 milioni di euro quale risarcimento per la mancata costruzione dell’impianto a biomasse in località Sorvella-Sabatella. La società si era aggiudicata un finanziamento per realizzare la centrale, poi revocato dal Ministero dello Sviluppo Economico. Ritenendo per questo responsabile il comune ha presentato ricorso al Tar Salerno per ottenere un risarcimento.

Continua quindi la battaglia per l’impianto a biomasse che sarebbe dovuto sorgere in località Sorvella-Sabatella. L’iter per la costruzione era stato bloccato due mesi fa dalla Regione Campania con l’approvazione di un emendamento nella Legge Regionale collegata alla Legge di Stabilità 2016 col quale si era sancito che il rilascio di autorizzazioni per impianti di produzione d’energia con utilizzo di biomasse, fruenti d’incentivi previsti dalle vigenti norme sull’uso di fonti rinnovabili, per i quali risultino pendenti contenziosi giurisdizionali, è sospeso fino alla definizione dei giudizi con sentenza passata in giudicato.

Per la centrale di Capaccio è in corso un contenzioso per una presunta lottizzazione abusiva del terreno.

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità, Homepage
bicicletta
Comune ‘green’: otto bici elettriche a disposizione dei cittadini

incidente_capaccio
Finisce con l’auto in una scarpate è fugge: giallo su incidente avvenuto a Capaccio

tribunale
Tribunale di Sala Consilina, comune fa voti al Ministro per la riapertura

Chiudi