Prima Categoria (Gir. G): il Rofrano punterà in alto, parola di Lettieri - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Homepage

Prima Categoria (Gir. G): il Rofrano punterà in alto, parola di Lettieri

rofrano

Intervista a Pasquale Lettieri, punta del Rofano.

Prima Categoria (Gir. G): il Rofrano punterà in alto, parola di Lettieri

Intervista a Pasquale Lettieri, punta del Rofano.

 Nel weekend anche il girone G di Prima categoria volgerà al termine. In questo campionato si è contraddistinta la compagine del Rofrano: la squadra del tecnico Gianni Pompeo, neopromossa e alla primissima esperienza in questa serie, si è ben disimpegnata, raggiungendo una tranquillissima salvezza. Abbiamo raggiunto per una breve intervista Pasquale Lettieri, punta della formazione rossoblu.
Pasquale in questa stagione con il Rofrano siete stati impegnati in un campionato per voi inedito, a cosa puntavate ad inizio del torneo?
“Ad inizio stagione il nostro obiettivo era quello di salvarci. a lungo andare e  col passare delle partite abbiamo dimostrato di poter puntare anche ai play-off”.
Tra le mura amiche avete vinto ben nove gare, in trasferta solo tre perdendone nove. E’ stato questo che non vi ha permesso di lottare per la zona play-off?
“In trasferta abbiamo giocato sempre di sabato, questo per noi è stato un problema: diversi membri della nostra squadra sono venuti a mancare per lavoro, penso che questo sia stato uno dei motivi per i pochi punti esterni”.
Nelle prime cinque partite avete raccolto solo 1 punto, poi man mano avete tenuto un ritmo d’alta classifica. Questo vi fa ben sperare per la prossima stagione?
“Nelle prime partite eravamo ancora in fase di rodaggio, poi i risultati sono arrivati. E’ mancato anche un pizzico di  fortuna, nonostante la squadra giocasse bene non abbiamo ottenuti punti, pagando un po’ di inesperienza. Nella prossima stagione punteremo alla zona play-off, soprattutto se rimarremo tutti e compatti come sempre”.
 
Le vostre gare sono sempre ricche di reti, ne avete fatte 53 e subite 52. Giocate un calcio molto offensivo o c’è dell’altro?
“Si giochiamo un calcio molto offensivo basato sulle ripartenze,  la velocità in attacco è il nostro forte.  Per le reti incassate posso dire questo: nel girone d’andata abbiamo subito molti goal, poi lavorandoci sopra siamo migliorati nei i meccanismi difensivi”.
 
Quale reputi sia stata la vostra gara da ricordare, quella più emozionante? La vittoria interna col Santa Cecilia?
“Si sicuramente quella con il Santa Cecilia sarà una vittoria che rimarrà nella storia della nostra squadra. Io penso che anche il punto conquistato a Montesano difficilmente lo dimenticheremo. Per Rofrano questo è il primo anno in un campionato di Prima categoria, voglio sottolineare che la squadra è composta da tutti ragazzi del paese”.
 
Come reputi sia andata la tua stagione?
“Per quanto riguarda la mia stagione potevo dare molto di più: purtroppo ho subito vari infortuni, ho comunque cercato di dare sempre il massimo in campo, partita dopo partita, per dare un contributo alla mia squadra”.
 
Cosa ti rimarrà di questo campionato ? Una rete, un aneddoto, un momento particolare del vostro campionato?
 
“Uno dei momenti più belli e intensi è stato quello dei sette risultati utili consecutivi. In quelle gare sono incluse la vittoria con la capolista Santa Cecilia è il pareggio a Montesano, sembravano davvero imbattibili quel periodo”.
Top
Ti suggeriamo di leggere Homepage, Sport
alfonso pepe
Serie D, al via i playout: Agropoli e Gelbison col fiato sospeso

giovani-700
Regione Campania, ampliato il numero di volontari del servizio civile

operai_strade
Cilento: la Provincia non provvede alla manutenzione, comune fa da sé

Chiudi