Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Attualità

Cilento: al via l’indagine di Legambiente sui rifiuti presenti sul litorale

Cilento: al via l’indagine di Legambiente sui rifiuti presenti sul litorale

Sul territorio l’iniziativa verrà portata avanti dal circolo “Ancel Keys”. Interessate quattro spiagge di altrettanti comuni.

Sul territorio l’iniziativa verrà portata avanti dal circolo “Ancel Keys”. Interessate quattro spiagge di altrettanti comuni.

Da quest’anno anche il Circolo Legambiente di Torchiara “Ancel Keys” partecipa all’indagine denominata ‘Beach Litter 2016’ che indaga sulla quantità e sulla tipologia di rifiuti presenti sui litorali, campionandoli in un raggio di azione ben definito e, quindi, facendo una mappatura al fine di acquisire informazioni preliminari per lo studio del fenomeno dello spiaggiamento dei rifiuti, relativamente a quantità, trend e possibili fonti.

La raccolta e la classificazione dei rifiuti avverrà secondo uno specifico protocollo di monitoraggio: i principali indicatori presi in considerazione sono la composizione dei rifiuti, la quantità e la grandezza, la provenienza cioè mare, spiaggia, corso d’acqua e pesca. Nel 2015 Legambiente ha monitorato 29 spiagge per un complessivo di 136.330 km, rinvenendo 22.114 rifiuti spiaggiati, di cui l’80 % plastica contro il 65% dell’anno precedente. Queste attività sono inquadrate nell’ambito della Direttiva Europea Marine Strategy che prevede, tra le altre cose, di stimare l’entità del problema dato dai rifiuti marini e approntare azioni mirate a ridurli.

Il Circolo Legambiente di Torchiara – “Ancel Keys” ha deciso di campionare per quest’anno le spiagge di Ascea, Agnone (Montecorice) questo Sabato 7 Maggio e il Sabato successivo 14 Maggio le spiagge di Pioppi (Pollica) e Trentova – Agropoli per una lunghezza di 100 mq per ottenere dati concreti per poter agire immediatamente sul territorio strutturando azioni per la salvaguardia del mare, per risvegliare una coscienza collettiva nei confronti della fonte economica primaria e per tutelare la bellezza dei luoghi, incrementando la sensibilità verso la materia dei rifiuti causati da cattiva o mancata depurazione, produzioni agricole come rifiuti provenienti da seminiere in polistirolo espanso e soprattutto dall’attività umana.

“La nostra indagine vuole andare a dimostrare – spiega Adriano Maria Guida, Presidente Legambiente Circolo di Torchiara “Ancel Keys” – che il problema dei rifiuti spiaggiati è una questione purtroppo reale e complessivo da affrontare al più presto. Serve uno sforzo collettivo che coinvolga tutti i soggetti e i territori interessati e programmi concreti per risolvere il problema dei rifiuti in mare e sulle coste. Difendiamo la bellezza delle nostre spiagge e del nostro territorio”.

Correlati

Top