Hotel Royal Paestum
Costabile Spinelli candidato al Senato
Costabile Spinelli candidato al Senato
Attualità

Il 30 aprile tornano le “Invasioni digitali”

Il 30 aprile tornano le “Invasioni digitali”

Ad Auletta si va alla scoperta del Parco a Ruderi.

Ad Auletta si va alla scoperta del Parco a Ruderi.

Le Invasioni Digitali, il fenomeno culturale di stampo social che sta interessando tutta l’Italia, arriva anche ad Auletta, sabato 30 Aprile 2016. Quest’anno la visita è organizzata dalle Associazioni “I Love Vallo di Diano” e “Tanagro Live Eventi” con il patrocinio di Matera 2019 capitale europea della cultura, Ecogaia e Instagramers Campania. La visita si svolgerà nell’ambito della VII°edizione della Festa del Carciofo Bianco. Il raduno dei partecipanti è previsto per le ore 10.00 presso il Palazzo Monumentale dello Jesus. Il percorso prevede una visita guidata nel Centro Antico: da Porta Rivellino, uno dei 3 punti di accesso all’antico abitato, ci si inoltrerà tra suggestivi vicoli, piazze, chiese, palazzi signorili e monumenti del centro storico. Per partecipare bisogna armarsi di smartphone, fotocamera o videocamera, tutto ciò che serve per realizzare contenuti da condividere sui Social Network utilizzando i tag: #invasionidigitali2016 #invadiamoauletta. Scopo delle Invasioni, infatti, è proprio quello di valorizzare il patrimonio artistico-culturale italiano, attraverso l’uso dei nuovi mezzi di comunicazione, per attivare nuovi meccanismi di interazione e di fruizione delle proposte culturali del nostro paese. Il progetto, attivo su scala nazionale, è nato da un’idea di Fabrizio Todisco in collaborazione con la Rete di travel blogger italiani di #iofacciorete, Officina turistica, Instagramers italia e l’Associazione nazionale piccoli musei. Gli organizzatori hanno scelto come tema di questa edizione “Matera – Capitale Europea della cultura” città-simbolo di tutte le culture dimenticate, di tutti i Sud del mondo, portatori però di valori che possono sfidare e rimettere in questione le risposte alla crisi europea, sviluppando progetti che creino valori sia economici che etici, al fine di produrre un nuovo modello di sviluppo culturale e sociale. Matera rappresenta, in qualche modo, il simbolo della civiltà rurale che riesce a mantenere vive le proprie tradizioni, tradizioni che diventano fonti di attrazione turistica internazionale.

Correlati

Popolari

Top