Oggi la presentazione del libro 'Io figlia di mezzo' - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Redazionale

Oggi la presentazione del libro ‘Io figlia di mezzo’

iofigliadimezzo

“Io, figlia di mezzo” di Gerardina Gonnella è il libro che oggi, alle h 19.30, verrà presentato al Caffè Letterario Artè di via Italia, a Battipaglia.

Oggi la presentazione del libro ‘Io figlia di mezzo’

BATTIPAGLIA. “Io, figlia di mezzo” di Gerardina Gonnella è il libro che oggi, alle h 19.30, verrà presentato al Caffè Letterario Artè di via Italia, a Battipaglia.

«Il titolo è una metafora, una visione del possibile, una porta aperta per la possibilità, per chi legge, di aprire il proprio cuore ed iniziare un viaggio senza carte geografiche, senza tempo e confini. Poter entrare ed uscire da un’emozione»- dichiara l’autrice. E di viaggio di scoperta si tratta. Con i suoi silenzi, riflessioni, slanci e consapevolezze. Perdersi ed incontrarsi nelle infinite sfumature dei sentimenti e nella molteplicità delle emozioni, dal punto di vista femminile. « Ho cercato di restituire un ritratto fedele e disincantato sulla realtà del mio tempo, raccontandolo come ridefinizione del femminile, che, con audacia e sensibilità, traccia i contorni dell’anima. Toni interiori che riflettono il cuore della protagonista, che presenta ai lettori le pagine del diario di un io narrante, nel suo aspetto più peculiare cioè la sua frammentarietà»
Gerardina Gonnella, originaria di Olevano sul Tusciano è laureata in Sociologia, docente di Diritto ed Economia politica. Da sempre interessata alla comunicazione ed alle relazioni sociali ha conservato la sua passione per i viaggi e la scoperta di altre culture, viaggiando molto per il pianeta cercando la vera anima dei popoli.

Top
Ti suggeriamo di leggere Redazionale
convegno_vallo_commercialisti
“Il bilancio armonizzato alla luce dei nuovi vincoli finanziari”, ieri incontro a Vallo

cybercondria
I sintomi che vi faranno capire se siete affetti da Cybercondria

salernitana
Salernitana, la salvezza è ancora possibile. Credici!

Chiudi