Donati gli organi del boscaiolo vittima di un incidente sul lavoro

Il gesto della sua famiglia darà speranza ad altre persone

La famiglia del boscaiolo morto ieri sera all’ospedale di Vallo a seguito di un incidente sul lavoro, ha autorizzato l’espianto degli organi. Nonostante il dolore per la perdita del loro caro, i familiari hanno voluto con questo gesto donare una speranza ad altre famiglie. Per prelevare gli organi (tutti quelli che è possibile trapiantare, tranne le cornee) all’ospedale San Luca sono arrivate le equipe degli ospedali Cardarelli di Napoli e Umberto I di Roma.
L’incidente è avvenuto il 30 marzo, mentre l’uomo, di nazionalità rumena, svolgeva l’attività di boscaiolo a Ceraso: un albero gli era caduto addosso. Importante è stato il lavoro dei carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania, coordinati dal Tenente Mennato Malgieri i quali non hanno creduto alla prima ricostruzione dei fatti fornita dai titolari della ditta secondo cui il 40enne aveva riportato le gravi ferite cadendo in montagna.
I militari hanno invece appurato che l’uomo lavorava in nero per la ditta di Ceraso.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.