Basket,Serie A2: Agropoli cerca la vittoria contro Omegna - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Homepage

Basket,Serie A2: Agropoli cerca la vittoria contro Omegna

basket-agropoli-forlì-728x410

Domenica al Pala Di Concilio non ci sarà Tavernari,ma rientra Spizzichini

Basket,Serie A2: Agropoli cerca la vittoria contro Omegna

Domenica al Pala Di Concilio non ci sarà Tavernari,ma rientra Spizzichini

Il Basket Agropoli, dopo la pausa pasquale, si prepara ad affrontare il rush finale della regular season per guadagnarsi l’accesso ai play-off. Si parte domenica (3 aprile) alle 18.00 dal PalaDiConcilio, dove farà tappa la Fulgor Omegna. Dopo le due sconfitte consecutive di campionato contro Siena e Trapani, i delfini vogliono tornare a vincere per regalare una nuova gioia stagionale ai propri tifosi e per mettere un ulteriore tassello per la qualificazione alla post-season. Antonio Paternoster potrà contare finalmente sul rientro di Stefano Spizzichini, assente da circa due mesi a causa dell’infortunio alla scafoide della mano destra rimediato nella sfida di inizio gennaio contro Barcellona Pozzo di Gotto. Non ci sarà, invece, purtroppo l’italobrasiliano Jonathan Tavernari. Il bombardiere di Agropoli si è infortunato martedì sera alla ripresa degli allenamenti riportando una frattura del malleolo che lo costringerà a restare un bel po’ lontano dal parquet. “Poteva essere l’occasione giusta per rivedere finalmente la squadra nuovamente tutta al completo grazie al rientro di Spizzichini. – ha affermato Paternoster – Purtroppo l’infortunio occorso a Tavernari ce lo impedirà. Sicuramente la sua assenza si farà sentire, ma allo stesso tempo sono sicuro che i ragazzi sapranno reagire all’ennesima difficoltà stagionale. Avremo di fronte una squadra che si trova in una situazione difficile di classifica e farà di tutto per vincere, scossa anche dal cambio dell’allenatore. Inoltre, con l’innesto di Galloway hanno trovato una maggiore solidità offensiva e cercheranno di strappare la vittoria. Noi, nonostante le difficoltà e l’infortunio di una pedina fondamentale come Tavernari, vogliamo vincere per regalare l’ennesima gioia ai nostri tifosi ed avvicinarci sempre di più al traguardo dei play-off”. A caricare l’ambiente a due giorni dalla sfida contro l’Omegna ci ha pensato l’atleta Giovanni Carenza. “Questa per noi è una partita importantissima per poter accedere ai play-off e cercar di avere il miglior piazzamento possibile. – ha detto l’ala – Giochiamo contro una squadra che si deve salvare, per cui verrà qui e cercherà di vincere a tutti costi. Questa settimana ha ripreso ad allenarsi anche Spizzichini che ci potrà dare una grande mano già da domenica, anche se allo stesso tempo purtroppo abbiamo perso un giocatore fondamentale per noi che è Tavernari. Quindi, – ha concluso Carenza – siamo consapevoli che ognuno di noi dovrà dare qualcosa il massimo dal primo all’ultimo minuto, solo così porteremo a casa un risultato positivo”.

 

Top
Ti suggeriamo di leggere Homepage, Sport
profughi
Anche Agropoli accoglierà degli immigrati. In città è già polemica

Nel viaggio tra le incompiute capita anche di vedere come in un’area protetta (ricadente in prossimità   del   Sito   d’Interesse   Comunitario   cod.IT   8050013)   sia   stato   costruito   un improbabile e maestoso edificio in cemento,  il “Centro Internazionale per lo Studio delle Migrazioni – Calcante (Progetto definito “I MITI”)“ nel Comune di Centola, opera che arreca un gravissimo pregiudizio al paesaggio data l’ampiezza della struttura, il suo impatto visivo e l’uso di materiali cementizi non aventi valore eco-compatibile, né eco-sostenibilità alcuna.  Non sono mancate le autorizzazioni dell’ente Parco e della Soprintendenza di Salerno.
Il progetto prevedeva, tra gli altri, un centro sperimentale per l’ambientamento della selvaggina autoctona, un osservatorio per la ricerca e lo studio della migrazione dell’avifauna, sentieri natura, un centro anti-incendio, un invaso per lo studio dell’ittiofauna, un centro visite, tutto con finanziamenti europei.
Nessuna osservazione di fauna migratoria, nessuna visita, nessuno studio, nessuna ricerca. Solo il cemento, e un dato certo: la spesa di 1.200.000 Euro, principalmente di fondi comunitari.
Anche per questa opera (oggetto di atti di vandalismo) il comune di Centola non ha previsto alcuna riqualificazione.
Dossier Cilento: quando è il Parco Nazionale a concepire l’ecomostro | FOTO

vino
Cilento: nasce il vino della Dieta Mediterranea. Lo produrrà il comune

Chiudi