Proprietari di cani incivili: pugno duro del comune

Troppe le segnalazioni su comportamenti incivili dei possessori dei cani: il comune vara un apposito regolamento.

Troppe segnalazioni relative alla presenza di deiezioni canine per la pubblica via, il comune corre ai ripari. Accade a Stio dove la giunta comunale ha deciso di adottare un nuovo regolamento al fine di assicurare il rispetto di alcune norme di comportamento dei proprietari di cani per la conduzione nei luoghi pubblici degli stessi, prevenendo anche il fenomeno dell’abbandono e del randagismo.

I possessori di cani in particolare dovranno osservare i seguenti divieti e obblighi:

  • obbligo di utilizzo ad una misura non superiore di 1,50 mt per i cani condotti per pubbliche vie,nei locali pubblici e nei mezzi di trasporto
  • obbligo di portare con sé una museruola,da applicare al cane in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali,deroga per gli animali di piccola taglia.
  • obbligo di adozione di guinzaglio e museruola dei cani segnalati ed inseriti nel registro tenuto presso il Servizio Veterinario ASL a seguito di episodi di morsicatura o aggressione.

Inoltre i proprietari devono munirsi obbligatoriamente di kit per la pulizia per la raccolta delle deiezioni solide dei cani, provvedendo all’immediata rimozione. Queste mancanze costeranno delle multe fino a 100 euro. Inoltre è prevista una sanzione di 154,99 euro in caso di mancata iscrizione all’anagrafica canina o all’assenza di microchip per l’animale.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Bruno Marinelli

Bruno Marinelli (nato a Roma, ma agropolese di famiglia).Trasferitosi stabilmente nel Cilento ne apprezza le peculiarità culturali e turistiche che la rendono una terra speciale. Appassionato di sport,cultura e politica. Ama molto leggere. E'il responsabile della redazione sportiva di Infocilento.