Centrale a biomasse, Voza replica all'opposizione - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

Centrale a biomasse, Voza replica all’opposizione

italo_voza

No Biomassa – Voza: “Se siamo uniti, vinceremo questa battaglia”

Centrale a biomasse, Voza replica all’opposizione

No Biomassa – Voza: “Se siamo uniti, vinceremo questa battaglia”

Continuano le polemiche contro la centrale a biomasse. In un documento protocollato dal consigliere Gennaro De Caro, si puntava il dito contro l’amministrazione comunale, rea di aver favorito la realizzazione dell’inceneritore. Ora arriva la replica del primo cittadino capaccese Italo Voza che precisa che il documento cui fa riferimento l’opposizione “è un preliminare che risale al 2008, approvato dalla giunta di allora, e che non ha nulla a che vedere con il tipo di inceneritore che oggi i privati vorrebbero realizzare in località Sorvella-Sabatella”. “Come mi ha confermato anche il responsabile, architetto Rodolfo Sabelli – dice Voza – si pensò a quel tempo di predisporre degli atti per un’eventuale impianto sul territorio comunale per la produzione di biogas attraverso un processo di digestione anaerobica. Energia pulita insomma e senza impatti sull’ambiente. Il progetto è stato poi, in ogni caso, abbandonato, tant’è che oggi non figura nell’attuale Piano Triennale delle Opere Pubbliche”. Per il sindaco di Capaccio, quindi, il progetto previsto nel 2008 e quello attuale sono diversi: “Oggi – precisa – siamo di fronte all’ipotesi privata di costruzione di un inceneritore, non confondiamo le cose. Al di là di questo, voglio sottolineare che io in primis e la mia Amministrazione stiamo lottando con grande impegno per scongiurare questo pericolo e lo stiamo facendo con azioni ed iniziative concrete. Se attualmente, come riportato da tutti gli organi di stampa, vi è in corso un’indagine della Procura di Salerno per lottizzazione abusiva sul terreno nel quale dovrebbe realizzarsi l’inceneritore, ciò è avvenuto poiché celermente abbiamo depositato gli atti per competenza alla Procura. Così come, immediatamente dopo la recente pronuncia del Consiglio dei Ministri, abbiamo fatto ricorso presso il competente TAR del Lazio. La condotta della nostra Amministrazione è stata lineare e di ferma contrarietà a questo progetto fin dalla prima Conferenza dei Servizi tenutasi in Regione Campania”.

“Le polemiche e i libercoli contenenti falsità li lasciamo all’accurata redazione del consigliere De Caro e di coloro i quali vorranno aggiungersi in qualità di collaboratori al suo processo di mistificazione della realtà . Conclude Voza – L’Amministrazione da me guidata sta operando e lottando per difendere il nostro territorio. Lo stiamo facendo insieme alla popolazione che rappresentiamo. Io sono molto fiducioso. Se siamo uniti, vinceremo questa battaglia”.

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità, Homepage
falò
“M’illumino di meno”: nel Cilento luci spente, la piazza s’illumina con un falò

treno
Tragedia sfiorata in Cilento: ignoti lasciano una bicicletta sui binari

calanca1
La denuncia di Fare Verde, interventi anomali alla Calanca | FOTO

Chiudi