Consiglio comunale per la centrale, M5S: "E' stata una corsa alla telecamera" - Info Cilento
Spazio Disponibile
Spazio Disponibile
Spazio Disponibile
Hard and Soft House
Scuola Nuova
Cronaca

Consiglio comunale per la centrale, M5S: “E’ stata una corsa alla telecamera”

Il consiglio comunale? Una passerella. Dure accuse dal Movimento 5 Stelle dopo il consiglio comunale sulla centrale a biomasse. Monito all’amministrazione: si ribocchi le maniche.

Consiglio comunale per la centrale, M5S: “E’ stata una corsa alla telecamera”

Il consiglio comunale? Una passerella. Dure accuse dal Movimento 5 Stelle dopo il consiglio comunale sulla centrale a biomasse. Monito all’amministrazione: si ribocchi le maniche.

Nuove polemiche a margine del consiglio comunale per la centrale a biomasse. Ad alzare il tiro il Movimento 5 Stelle che ha definito la pubblica assise come una “gara a chi si giustificava meglio” oltre ad “una corsa alla telecamera”. “Rispetto al consiglio di un anno e mezzo fa, tenutosi a Scigliati – dicono dal Movimento – non si sono viste molte differenze nell’amministrazione, se non una maggiore predisposizione a seguire una strada unitaria”.
“In pochi hanno davvero approfondito l’argomento – evidenziano – Molti di loro ancora non sanno cosa sia realmente una centrale a biomasse e lo si denota dai loro interventi mirati soprattutto a far capire ai cittadini che loro in questa faccenda non c’entrano nulla e che sono in prima linea per combattere questo ecomostro e che lo sono sempre stati”. Accuse anche all’amministrazione comunale “rimasta più o meno, ferma a 2 anni fa”. “In questi 2 anni – spiegano dal Movimento 5 Stelle – si sarebbero potute preparare controffensive valide ed efficaci; invece si è aspettato che la situazione precipitasse… Si è aspettato che si pronunciasse il consiglio dei ministri!
Conclusione? Nel consiglio di ieri si sono fatte tante chiacchiere e pochi fatti”.

Di qui l’auspicio che “questa amministrazione resti in piedi solamente perché se dovesse cadere sarebbe ancora peggio, ma ci auguriamo che davvero si rimbocchi le maniche e che possa portare avanti iniziative concrete e atte alla risoluzione definitiva del problema”.

“In qualità di cittadini 5 stelle – conclude la nota degli attivisti – andremo avanti con le nostre inziative. Proseguiremo con i nostri “banchetti” e Domenica prossima saremo a Gromola per informare e sensibilizzare le persone. Con il nostro portavoce in regione Michele Cammarano già abbiamo dato il via ad una serie di azioni mirate. Inoltre, continueremo a dare il nostro pieno apporto alle iniziative del coordinamento dei medici a cominciare dalla manifestazione del 30 gennaio”.

Ti suggeriamo di leggere

Top
Altro... Cronaca
Allarme furti nelle aziende agricole, insorge la Coldiretti

Ancora furti nel Vallo di Diano, colpo da diverse migliaia di euro

Palinuro: scoperto “taxi abusivo”. Trasportava immigrati alla stazione di Pisciotta

Chiudi