Giudice di Pace salvo: ilcomune di Polla contribuirà alle spese per il mantenimento - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

Giudice di Pace salvo: ilcomune di Polla contribuirà alle spese per il mantenimento

giudice-di-pace

Giudice di Pace salvo: ilcomune di Polla contribuirà alle spese per il mantenimento

Giudice di Pace salvo: ilcomune di Polla contribuirà alle spese per il mantenimento

Almeno per ora sarà il comune di Polla a contribuire al mantenimento dell’ufficio del giudice di pace. L’ente cerca però una soluzione definitiva.

POLLA. Il giudice di pace, almeno per il momento, è salvo. Nonostante i comuni del comprensorio non siano stati compatti nell’impegnarsi economicamente per salvare l’ufficio giudiziario, il comune di Polla ha deciso di fare da solo. Con una delibera della giunta comunale, l’amministrazione ha deciso di attingere dal fondo di riserva 2015 per coprire le spese necessarie al mantenimento della sede. Al contempo si è stabilito di “incardinare” l’ufficio del giudice di pace nell’ambito del settore amministrativo e individuare quale responsabile il segretario comunale.

La soluzione adottata dal comune è al momento soltanto provvisoria. I fondi a disposizione, infatti, difficilmente permetteranno al comune di Polla di mantenere da solo la sede. L’obiettivo è quello di trovare una soluzione definitiva ma i comuni del comprensorio, ad eccezione di Pertosa, Salvitelle, San Pietro al Tanagro ed Auletta, non hanno dato la loro disponibilità a contribuire alle spese.

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità, Homepage
La conferenza stampa del sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, per la presentazione della sua candidatura alle primarie del PD per l'elezione a presidente della Ragione Campania, 24 novembre 2014. ANSA / CIRO FUSCO
Vincenzo De Luca resta in carica: rinviata la decisione

perito_panorama
Cilento: si amplia l’offerta del wifi free. Un altro comune attiva il servizio

chiesa_chiusa
L’ingresso della chiesa sbarrato con assi di legno, s’indaga

Chiudi