Autovelox di Agropoli: ora c'è chi chiede anche i danni morali - Info Cilento
Spazio Disponibile
Spazio Disponibile
Spazio Disponibile
Hard and Soft House
Scuola Nuova
Attualità

Autovelox di Agropoli: ora c’è chi chiede anche i danni morali

Ancora polemiche per l’autovelox di Agropoli. Ora spunta una causa contro il comune per il risarcimento dei danni morali.

Autovelox di Agropoli: ora c’è chi chiede anche i danni morali

Ancora polemiche per l’autovelox di Agropoli. Ora spunta una causa contro il comune per il risarcimento dei danni morali.

Continuano le polemiche sull’autovelox di Agropoli. Mentre il comune è forte delle autorizzazioni ricevute, delle bocciature dei ricorsi da parte del Giudice di Pace e della Prefettura (gli unici accoglimenti sono avvenuti per decorrenza dei termini), c’è invece chi continua la sua battaglia contro lo strumento per il controllo della velocità, ora puntando anche sui danni morali.

L’avvocato Giuseppe Russo, a capo dell’associazione Noi Consumatori, infatti, procederà contro il comune per una multa recapitata ad una donna che in realtà nel tratto di strada dove insiste l’autovelox non è mai transitata. La signora, residente a Battipaglia, si è recata presso il comando dei vigili urbani di Agropoli facendo rilevare, anche grazie alla foto scattata dall’apparecchio, di non essere la destinataria della sanzione. Così il verbale è stato annullato ma la donna, non contenta, ora chiede anche il risarcimento dei danni per la giornata di lavoro persa per raggiungere Agropoli da Battipaglia al fine di contestare la multa, per la benzina consumata e per il parcometro. Così ha dato mandato all’avvocato Russo di citare in giudizio il comune per il risarcimento dei danni morali. Sarà il Giudice di Pace di Eboli, adesso, a decidere sulla questione.

Ti suggeriamo di leggere

Top
Altro... Attualità, In Primo Piano
“Una Provincia da Gustare”: oggi la presentazione a Capaccio

Meteo: le previsioni per il week end e per la prossima settimana

Pellegrino presidente del Parco, Panzella:”Dagli indipendenti piena condivisione”

Chiudi