Dopo Capaccio un altro comune dice no alle biomasse - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

Dopo Capaccio un altro comune dice no alle biomasse

albanella_panorama

Un altro comune dice no alle biomasse dopo Capaccio. Festeggiano i comitati civici che da tempo segnalavano la pericolosità di questi impianti.

Dopo Capaccio un altro comune dice no alle biomasse

Un altro comune dice no alle biomasse dopo Capaccio. Festeggiano i comitati civici che da tempo segnalavano la pericolosità di questi impianti.

Dopo Capaccio anche Albanella dice “no” alla centrale a biomasse. Il comune della Piana del Sele, infatti, ha sospeso la procedura di autorizzazione dopo che il comitato civico “Sorvella Sabatella” ha fatto alcuni rilievi in merito al progetto. “Il comitato – ha spiegato il presidente Carmine Vona – ha segnalato diverse incongruenze sul progetto, dalla legittimità, alla titolarità, all’inesistenza di particella, dalla proprietà demaniale, alla mancanza di certificazione sull’inesistenza di atti d’obbligo e certificazione notarile, dalla mancanza di polizza fideiussoria a garanzia del bene comune, della bonifica, del ripristino, dai problemi antincendio e rischio di incidente rilevante per impianti soggetti alla Direttiva Seveso”.

Rinviata quindi la conferenza dei servizi che si sarebbe dovuta svolgere ieri in comune per discutere dell’impianto. “Quando i cittadini vengono ascoltati si mettono in dubbio un gran numero di progetti inquinant con impatto sull’ambiente, sulla salute pubblica, sulla legittimità”, ha concluso Vona.

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità, Homepage
carabinieri_noe
Carabinieri nel caseificio: sequestrata vasca di raccolta delle acque

pertosa
Pertosa: metano, trasporti, viabilità e turismo: il consigliere Panzella si fa portavoce dei cittadini

montesano
Area Pip ed farmacia comunale a Montesano, interrogazione in Regione

Chiudi