Think Tank: ecco i dati dell’iniziativa intrapresa nel Vallo di Diano

Ecco i numeri del Think Tank di Sassano, l’iniziativa intrapresa con le imprese del Vallo di Diano.

Effettuati oltre 70 audit ad altrettante imprese ed associazioni ubicate nel Vallo di Diano, effettuate circa 30 verifiche di fattibilità, redatti oltre 15 progetti a valere su bandi nazionali e dell’Unione Europea, censiti oltre 70 incontri individuali e di gruppo, divulgate notizie utili su bandi e programmi a valenza regionale e comunitaria. Questi i numeri conseguiti dal Think Tank Sassano

L’iniziativa, voluta dal Sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino e dalla giunta da lui guidata, è pianificata e curata dalla QS & Partners di Vincenzo Quagliano.

L’impegno sociale, attraverso l’organizzazione del crocevia dello sviluppo a Silla di Sassano per promuovere il prestito della speranza e l’attività di ascolto curati dal Cancelliere Vescovile Don Bernardino Abbadessa, rappresenta un ulteriore must del Think Tank Sassano.

Altra iniziative al servizio delle strutture territoriali riguardano l’allestimento di una piattaforma commerciale per la vendita dei prodotti del Vallo di Diano e per la valorizzazione del territorio in nuovi mercati organizzata in partenariato con strutture avente un significativo background in materia di valorizzazione delle tipicità e dei luoghi.

L’innovatività del Think Tank Sassano risiede nel creare un ecosistema creativo per la valorizzazione del capitale umano con attenzione a quello giovanile, instaurare legami, condividere necessità comuni, scambiarsi professionalità e conoscenze, portare avanti progetti collettivi di interesse per il comprensorio del Vallo di Diano.

Si tratta di un Match Point tra fabbisogni imprenditoriali e occupazionali ed opportunità territoriali; una strategia collaborativa che possa trasformare idee e creatività giovanile in vantaggio competitivo per il territorio del Vallo di Diano che continua a far registrare un crescente isolamento, perdita di competitività, servizi ed Istituzioni con consequenziale incremento di problematiche sociali .

CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

Sostieni l'informazione indipendente