Riapertura dell'ospedale di Agropoli, polemiche dei 5 Stelle - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Homepage

Riapertura dell’ospedale di Agropoli, polemiche dei 5 Stelle

movimento_5stelle
Riapertura dell’ospedale di Agropoli, polemiche dei 5 Stelle

“Comincia lo scambio di piaceri in Regione Campania con la paventata riapertura del pronto soccorso dell’ospedale di Agropoli da parte del governatore Vincenzo De Luca”. Così la parlamentare del Movimento 5 Stelle ha commentato l’annuncio da parte del neo presidente della Regione Campania sulla possibilità di riaprire il nosocomio cittadino.

“Non bastavano i proclami elettorali del pre-elezioni, adesso si passa alle promesse per mantenere il consenso sul territorio”, accusa la Giordano.
“Sappiamo tutti che, soprattutto nel periodo estivo – aggiunge – è necessario che il presidio di Agropoli garantisca l’emergenza ma la tempestività delle dichiarazioni di De Luca mi fanno pensare a una pura merce di scambio, a un piacere che il neo governatore in bilico deve al sindaco di Agropoli per aver ritirato la sua candidatura a consigliere regionale per via del processo per peculato che vede imputato proprio Alfieri”.

“Ma continuare a speculare sulla salute dei cittadini è un atteggiamento da vecchia politica che, finora, ha creato solo danni e disagi al sistema sanitario campano – accusa la parlamentare grillina – Pensi a sbloccare il turn over, De Luca, e a perorare la mozione del M5S sulle assunzioni nelle regioni in piano di crisi, invece di fare annunci e favorire solo gli amici che hanno sostenuto la sua campagna elettorale”.

“Non è di certo con i proclami che la sanità campana uscirà dalla crisi – conclude – A Roma il M5S sta portando avanti il caso Campania e adesso lo farà anche in Regione”.

Top
Ti suggeriamo di leggere Homepage, Politica
scuola_protesta
Nel Cilento un incontro a difesa della “vera scuola”

altavilla_silentina
Colonia estiva per i ragazzi di Altavilla Silentina

trivellazioni
Dal Vallo di Diano ancora una fermo “no” alle estrazioni petrolifere

Chiudi