Al Parco Archeologico di Velia l'iniziativa “Racconti divini" - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

Al Parco Archeologico di Velia l’iniziativa “Racconti divini”

elea_velia
Al Parco Archeologico di Velia l’iniziativa “Racconti divini”

ASCEA. Sabato 27 giugno 2015 è in programma un nuovo appuntamento serale al Parco Archeologico di Velia: “Racconti divini. Dal simposio alla degustazione” è l’iniziativa che la Soprintendenza Archeologia della Campania ha organizzato per tutti coloro che sabato sera, fino alle ore 22.30, visiteranno l’area archeologica di Velia. L’evento, realizzato in collaborazione con il Comune di Ascea, il Consorzio arte’m, il Gruppo Archeologico Velino, prenderà il via alle 18.30 con una visita guidata all’area archeologica.

Al termine del percorso, si terrà un approfondimento tematico sul vino fra archeologia e poesia, cui seguirà una degustazione a cura dell’Azienda agricola “San Salvatore” di Giungano. Dalle 19.30 sarà a disposizione dei visitatori un servizio-navetta per l’acropoli con partenza dalla biglietteria (ultima navetta ore 21.30). L’iniziativa rientra nel programma di aperture straordinarie notturne del Parco Archeologico di Velia, previste per tutti i sabato da giugno a settembre sino alle 22.30 (ultimo ingresso ore 21.30), un’occasione unica per godere in orari insoliti delle bellezze dell’antica città di Elea. Le aperture sono parte del progetto nazionale “Expo e territori”, ideato per promuovere nel periodo dell’Expo le eccellenze del patrimonio culturale e paesaggistico delle diverse regioni italiane. Ingresso Parco Archeologico 3.00 euro (gratuito fino a 18 anni) Visita guidata 5.00 euro (inizio visita ore 18.30) Info e prenotazioni tel. 0974/271016 dalle 09.00 alle 18.30; [email protected]

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità, Homepage
lucio_alfieri
E’ agropolese il nuovo presidente delle Bcc campane

vincenzo_de_luca
Regione Campania: De Luca sospeso

incidente_litoranea1
Tragedia in litoranea: un morto e due feriti tra Eboli e Capaccio| FOTO

Chiudi