Uccise la moglie, chiesto il rinvio a giudizio per omicidio volontario
Casa San Pio
Spazio Disponibile
Scuola Nuova
Attualità

Concluse le indagini per l’omicidio di Pierangela Gareffa

VIBONATI. Sono giunte al termine le indagini per la morte di Pierangela Gareffa. Per il marito, Sandro Pili, reo confesso, è stato chiesto il rinvio a giudizio con l’accusa di omicidio volontario. Si attende ora la fissazione dell’udienza.

Concluse le indagini per l’omicidio di Pierangela Gareffa

VIBONATI. Sono giunte al termine le indagini per la morte di Pierangela Gareffa. Per il marito, Sandro Pili, reo confesso, è stato chiesto il rinvio a giudizio con l’accusa di omicidio volontario. Si attende ora la fissazione dell’udienza.

La difesa potrebbe chiedere il rito abbreviato e sostenere la non intenzionalità del gesto, facendo leva sull’incapacità di intendere e di volere dell’uomo al momento del delitto.

L’omicidio di Pierangela Gareffa avvenne nella notte del 30 novembre. Il marito la colpì con un coltello da cucina provocandole un’emorragia interna. Da allora è rinchiuso nel carcere di Sala Consilina. Il figlio 13enne della coppia è affidato ai nonni paterni.

Ti suggeriamo di leggere

Top
Altro... Attualità
Un nuovo polo scolastico dell’eccellenza nel Golfo di Policastro

Ecco la carta d’identità che certifica la qualità dei prodotti agro-alimentari

A Vallo della Lucania si parla di “amore è libertà”

Chiudi