Furto di legna, nuovo blitz della forestale - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Cronaca

Furto di legna, nuovo blitz della forestale

forestale_camerota1
Furto di legna, nuovo blitz della forestale

ROSCIGNO. Nell’ambito di servizi di vigilanza ambientale e controllo del territorio finalizzati a preservare e difendere il patrimonio boschivo del verde Cilento, il personale del Corpo Forestale dello Stato afferente al Coordinamento Territoriale per l’Ambiente di Vallo della Lucania, ha scoperto nei comuni di Gioi, Laurito e Roscigno, il taglio abusivo di numerosi alberi ricadenti su terreni Demaniali e privati.
Tutte le località oggetto degli abusi ricadono in zone di particolare valenza naturale, sottoposte a vincolo idrogeologico, nonché ricadenti nel perimetro dell’area protetta del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni.

Il Comando Stazione Forestale di Stio, a seguito di una segnalazione giunta alla Centrale Operativa 1515 del Corpo Forestale di Napoli, giunto in località “Rupicella” in agro del comune di Gioi, riscontrava la presenza di operai di una ditta boschiva intendi ad eseguire il taglio di un bosco ceduo all’interno di un proprietà privata.
Le indagini condotte, le acquisizioni documentali esperite, ed infine le verifiche in campo, hanno consentito di accertare che le attività di taglio ed utilizzazione boschiva venivano eseguite in carenza delle necessarie autorizzazioni.
Infatti, il taglio di utilizzazione veniva eseguito con la sola comunicazione presentata alla Comunità Montana competente per territorio, in assenza del preventivo nulla osta dell’Ente Parco.
Ed infine dalle verifiche in campo, si constatava che i tagli avevano interessato anche terreni ricadenti in area di proprietà comunale da dove era state asportata furtivamente una quantità di circa 15 mc. di massa legnosa senza il consenso dell’Ente proprietario.
Accertato l’abuso, le Giubbe Verdi al fine di evitare ulteriori danni al bosco, ponevano sotto sequestro l’area di circa 1 ettaro e circa 3 mc. di legna ancora non trafugata, denunciando a piede libero alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania sia la Ditta che il proprietario del fondo.

Il Comando Stazione Forestale di Corleto Monforte, in località “Torrente-Maiuri- Foresta della Chiesa” in agro di Roscigno, durante un servizio di controllo del territorio, ha scoperto il taglio e il furto da parte di ignoti di piante di specie quercina di alto fusto in un complesso boscato molto vasto di proprietà comunale.

Mentre a Laurito, in località “Serienelle”, il Comando Stazione Forestale di Montano Antilia, ha scoperto il furto di venti piante di ontano asportate illecitamente su di un’area risultata di proprietà del Comune di Laurito.

Per entrambi i casi accertati, proseguono le indagini da parte del Corpo Forestale dello Stato, al fine di ricostruire e trovare utili elementi per assicurare alla giustizia i responsabili dei furti.

L’azione è da inquadrare nella più vasta attività messa in campo dal Corpo Forestale per arginare i tagli abusivi e i furti di legname. L’intensificazione dei controlli si è resa necessaria a seguito dell’accertato aumento di questa tipologia di delitti nell’area del territorio Cilentano in molti casi in danno della proprietà Comunale.

Top
Ti suggeriamo di leggere Cronaca, Homepage
tribunale_vallo
Tribunale di Vallo della Lucania, attivati i metal detector

carabinieri_auto1
Furto in un circolo privato, fermato 35enne

amilcare_troiano
Parco, ennesima proroga per Troiano

Chiudi