Capaccio: riorganizzati gli uffici comunali per un risparmio di 260mila euro


La Giunta comunale ha deliberato l’attesa riforma degli uffici comunali: modernizzazione dell’organizzazione della macchina amministrativa per rendere ai cittadini servizi più efficienti in maniera più veloce e puntuale. I settori diventano aree per rendere più razionale la gestione degli uffici. Le aree passano da sei a otto: Area I – Affari generali, risorse strategiche, supporto e funzione pubblica; Area II – Servizi al cittadini; Area III - Servizi finanziari, contabilità, personale e tributi; Area IV - Pianificazione e tutela del territorio; Area V - Gestione del territorio ed edilizia per il cittadino; Area VI - Servizi tecnologici per il territorio; Area VII - Polizia locale; Area VIII- Legale.

 Tra le principali novità, la separazione tra pianificazione del territorio ed edilizia privata e l’istituzione del nuovo servizio gare ed appalti, che provvederà all’espletamento di tutte le gare svolte dall’ente, razionalizzando ulteriormente il lavoro dei singoli uffici. L’intera riorganizzazione funzionale e l’aggiornamento dell’organigramma ha consentito anche una riduzione della spesa di oltre 260 mila euro. Tra le novità l’assegnazione a Gelsomina Cervo, già responsabile di Pubblica Istruzione e Cultura, anche delle Attività produttive e del Demanio. L’Area II Servizi al cittadino è stata affidata a Maria Velia Petraglia. A Rodolfo Sabelli è stata affidata l’Area IV Pianificazione e tutela del territorio e di conseguenza Sabelli prenderà il ruolo che aveva Francesco Forte nella redazione del Puc.

Scopri il nostro ChatBot
Commenti
Top
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Linkedin