Serie D, Agropoli: presentato ufficialmente mister Rigoli

notizie

Il tecnico: "L'obiettivo è fare più del massimo"

L'US Agropoli ha presentato ufficialmente il suo nuovo tecnico. Mister Rigoli, preciso e puntuale, si è presentato nell'aula consigliare "A. Di Filippo" del Comune di Agropoli. La presentazione ha poi preso inizio con mezz'ora di ritardo ma di certo non per colpa del tecnico. 

A fare gli onori di casa è stato l'addetto stampa Carlo Marrazza che dopo una breve introduzione ha lasciato la parola al presidente Cerruti. Il patron ha innanzitutto ringraziato il tecnico uscente: "La prima cosa che voglia fare - ha detto il presidente - è ringraziare Pirozzi ed il suo staff. Con loro siamo entrati nella storia disputando la finale playoff". Il discorso poi ovviamente si è spostato sul cambio alla guida tecnica. "Siamo convinti che Rigoli sia la scelta giusta per il proseguo della stagione. La stima verso di lui parte da lontano, non potevamo scegliere tecnico migliore e posso dire con certezza che abbiamo preso il migliore su piazza". Sulla stagione in corso l'auspicio è che questa sia la svolta decisiva: "Siamo tutti sulla stessa barca - ha concluso Cerruti - fino ad adesso però non è andata come ci aspettavamo. Siamo contenti dell'arrivo di Rigoli e sono certo che il futuro sarà floreo". 

Dopo il presidente è il turno del tecnico siciliano: "Ringrazio l'Agropoli, da Cerruti al direttore Magna per l'occasione datami. Agropoli è una splendida città che mi ha molto colpito, soprattutto quando venni a vedere la semifinale playoff con la Battipagliese". Sulle capacità dell'organico il tecnico è sicuro: "Qui si può costruire un grande futuro, a partire da questa stagione. Abbiamo una squadra importante per la categoria, il nostro obiettivo è quello di fare più del massimo. Per fare tutto ciò occorre però che tutte le componenti vadano nella stessa direzione, dai calciatori fino alla stampa". Altro punto importante toccato dal tecnico è quello del modulo, presentato come un zemaniano il tecnico ha smentito l'etichetta: "Il 4-3-3 non è l'unico modulo che io e il mio staff abbiamo in mente. Credo che una squadra debba essere schierata in base alle sue caratteristiche e questo dovremo essere bravi a fare". Ultimo, ma non meno importante, punto della conferenza stampa è stato quello sul distacco in classifica dalla vetta: "Nove punti sono tanti ma noi crediamo di poter far tutto. Inseguire non è mai semplice ma ce la metteremo tutta". 

Scopri il nostro ChatBot
Commenti
Top
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Linkedin