Attualità

Svezia, Repubblica Ceca, Italia, e Germania: le normative sul gioco d’azzardo

L’Europa è un mercato piuttosto fiorente per il gioco d’azzardo online, e al momento la Comunità Europea non sta adottando una legislazione centrale in merito (come invece accade in altri ambiti come la legislazione sulla privacy o la crescita green del continente). Ciò significa che ogni Stato Membro ha la facoltà di regolamentare come meglio crede il settore. Questo ha inevitabilmente condotto verso un “mosaico” di normative differenti che cambia a seconda della Nazione presa in considerazione. Nonostante ciò, negli ultimi vent’anni si è fatto molto per normare un settore capace di movimentare miliardi di euro ogni anni. In questo articolo dunque, vedremo a che punto sono Svezia, Repubblica Ceca, Italia, e Germania.

Normative sul gioco d’azzardo: Svezia e Repubblica Ceca

I Paesi nordici solitamente sono famosi per la loro efficienza. La Svezia conferma questa credenza, dimostrandosi una della Nazioni al top anche in merito alla regolamentazione del gioco d’azzardo. In base alle leggi varate negli ultimi anni quindi, le piattaforme di gioco online devono fare domanda per ottenere una licenza per operare, che tra l’altro non è nemmeno economica: fino a 78.000 euro.

Un altro intervento anche piuttosto singolare riguarda i bonus, che non possono essere più offerti mettendo come condizione delle scommesse. Senza dimenticare tutta un serie di misure di sicurezza volte sempre e comunque alla tutela del giocatore e a permettergli dunque la miglior esperienza di gioco possibile. In seconda battuta troviamo la Repubblica Ceca, che ha aperto le “frontiere” anche alle società di gioco straniere.

Sulla base di alcune nuove regole infatti, gli operatori europei potranno richiedere le licenze per offrire i loro giochi ai consumatori cechi. Una misura simile è chiaramente pensata per dare una spinta innovativa al settore, dato che il mercato online ha dimensioni di gran lunga inferiori a quello dei casinò terrestri. Immancabili anche in questo caso una serie di misure di sicurezza per il giocatore.

Germania e Italia: legislazioni sul gioco d’azzardo

La Germania nel 2019 ha adottato un nuovo regolamento (terzo trattato) che ha finalmente regolarizzato le scommesse sportive. Ovviamente gli operatori dovranno preventivamente richiedere delle licenze apposite. Il Paese tedesco già da qualche anno si sta muovendo per produrre una legislazione efficace che permetta al settore del gioco d’azzardo online di crescere, ma di farlo nel rispetto della sicurezza del giocatore.

Per questo motivo, questa maggiore liberalizzazione del mercato, è una misura che fa parte di un “progetto” più grande che verrà portato a compimento nel 2021, anno in cui dovrebbe avvenire una modifica completa di tutta la normativa. Tra le misure previste, l’abbattimento del numero di operatori che potranno ottenere la licenza. Infine troviamo l’Italia, su cui è doveroso soffermarsi maggiormente, dal momento che si trova in una fase di transizione.

A cavallo tra il 2018 e il 2019, il Governo italiano ha varato l’oramai famoso Decreto Dignità, che insieme ad una serie di misure prese, ne includeva alcune destinate proprio al settore del gioco d’azzardo. Alcune positive, altre meno. Nel primo gruppo troviamo la possibilità offerta ai consumatori di iscriversi ad un registro di autoesclusione, ispirandosi al modello danese. La Danimarca tra l’altro rientra proprio nei Paesi efficienti in questo settore.

L’esclusione può essere temporanea o definitiva, a seconda della volontà del consumatore, ma lo scopo rimane sempre la sua tutela. Un’altra misura che possiamo definire positiva è sicuramente quella di aver dato ad AAMS il potere di vigilare sul settore, nonché il compito di emettere le nuove licenze, facendo una selezione dei casinò online legali in Italia. Negativo invece il divieto iniziale poi ridimensionato di qualsiasi forma di sponsorizzazione del gioco d’azzardo.

Gioco d’azzardo e normative europee: in conclusione

L’obiettivo finale di qualsiasi legislazione sul gioco d’azzardo è quello di trovare il giusto equilibrio tra l’esperienza di gioco che per il consumatore deve avvenire nella massima sicurezza, e la tutela che deve essere messa in atto per gli operatori del settore. Tutto questo senza limitare il mercato in generale. Questo ad esempio è uno dei motivi per cui in Italia il divieto di pubblicizzare il gioco d’azzardo è stato successivamente ridimensionato.

Ciò significa che le misure che nel corso degli anni sono state adottate, insieme a quelle che verranno, non devono colpire il settore per proteggere il giocatore, ma piuttosto regolamentarlo con efficienza per evitare che i soggetti più deboli possano cadere nella spirale della ludopatia.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento e Vallo di Diano. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it