Sequestrarono e aggredirono la presunta amante del padre: due sorelle alla sbarra - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

Sequestrarono e aggredirono la presunta amante del padre: due sorelle alla sbarra

tribunale

I fatti risalgono all’estate scorsa. Il giudice dovrà decidere sul rinvio a giudizio per due sorelle.

Sequestrarono e aggredirono la presunta amante del padre: due sorelle alla sbarra

I fatti risalgono all’estate scorsa. Il giudice dovrà decidere sul rinvio a giudizio per due sorelle.

Il Gup del Tribunale di Lagonegro deciderà domani (2 marzo) se rinviare a giudizio M.D.V. 27 anni e V.D., 22 anni, sorelle originarie di Centola, accusate di minaccia, rapina e lesioni nei confronti di una 40enne. I fatti risalgono ad inizio settembre quando le due vennero fermate perché accusate di aver adescato con l’inganno L.M., 40 enne di Matera, presunta amante del padre. Dopo averla attirata in un’abitazione di Vibonati, l’avrebbero minacciata di morte e percossa violentemente, procurandole diverse lesioni a gambe, schiena e volto, per una prognosi di 15 giorni. L’azione, ricostruita nel dettaglio dai Carabinieri, sarebbe risultata alquanto efferata. Le due donne (una delle quali domiciliata a Trieste) furono quindi sottoposte ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica di Lagonegro. Il pubblico ministero ha chiesto per loro il rinvio a giudizio sul quale domani si pronuncerà il giudice.

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità, Homepage
michelesarli
Tragedia di Michele Sarli,rinviati i funerali a Padula

Riccardo Ruocco, segretario del Partito Democratico di Vallo della Lucania
Vallo della Lucania: Riccardo Ruocco è il candidato sindaco del Pd

intervento processionaria
Allarme processionaria, chiuso il cimitero di Sala Consilina

Chiudi